La dieta dimagrante primaverile per perdere 3 chili in pochi giorni è a base di germogli e frutta e verdura di stagione. Con l’arrivo della primavera è bene stimolare il metabolismo e cominciare a eliminare un po’ di grasso dal corpo.

Ideale sarebbe seguire questa dieta per almeno quindici giorni, tuttavia anche una settimana o meno è un tempo necessario affinché si cominci a depurarsi e la dieta dimagrante abbia il suo effetto. Si tratta di una dieta a base di enzimi, germogli e clorofilla, da distribuire nell’arco dell’intera giornata. Devono essere consumati cinque pasti al giorno: importante è dimagrire, ma anche sentirsi sazie.

La colazione deve essere abbondante; inoltre, deve apportare un gran numero di fibre per iniziare a smuovere l’apparato digerente e, quindi, il metabolismo. Bisogna consumare un vasetto di yogurt bianco parzialmente scremato e una coppa di frutta fresca, all’interno della quale deve esse presente la menta, che aiuta la digestione. A questo si deve aggiungere un bicchiere di caffè d’orzo con un cucchiaino di miele di tarassaco, che ha potere drenante. Se si ha molta fame, si possono aggiungere allo yogurt mandorle sgusciate, che lubrificano l’organismo, o, in alternativa, si può mangiare pane di segale e miele.

Il pranzo è il momento giusto per introdurre proteine rassodanti e sostanze antiossidanti. Si consiglia di mangiare una ciotola di insalata composta di lattuga, rucola e radicchio a cui unire alcuni tipi di germogli, come la soia. All’insalata si possono aggiungere tonno o un uovo sodo. Se non si gradisce l’insalata, si può optare per un piatto di riso integrale con piselli e lenticchie, oppure per un piatto di fave sbollentate.

cena bisogna fare il carico di vitamine, stimolare la circolazione e sgonfiarsi. Si può quindi preparare una zuppa di spinaci, bietole e catalogna, a cui aggiungere un pugno di riso integrale o una porzione di tofu tagliata a cubetti. Si può terminare il pasto con una fetta di pane di segale e miele, che stimola la circolazione. Se si ha ancora appetito, si può mangiare anche un trancio di salmone al forno con basilico e insalata di germogli.

A metà mattina e per lo spuntino del pomeriggio bisogna consumare una porzione di frutta, accompagnata da mandorle e noci: in questo modo si spegnerà la fame senza però gonfiarsi. Alla frutta non bisogna mai associare il pane, perché altrimenti si otterrà l’effetto contrario: gonfiarsi e appesantirsi.

Una dieta dimagrante simile garantisce almeno tre risultati: ci si sente più sgonfie, leggere e in forze; non si ingrassa eccessivamente qualora si mangiasse di più; i cuscinetti nella parte inferiore del corpo scompaiono, con un notevole risultato anche sul punto vita.

26 marzo 2013
I vostri commenti
Sofia, domenica 23 marzo 2014 alle12:57 ha scritto: rispondi »

Ciao!Mi chiedevo per renderla più varia duranet l'arco dei 15 giorni come devo fare? hai dei consigli?devo perdere almeno 3 kg in vista di una staffetta durante la stra-Milano e il tutto sta risultando più diffiile del previsto! Buon giornata sofia

Lascia un commento