Digiunare per perdere peso? Non è proprio la cosa migliore da fare, dicono gli esperti. Ma Michael Mosley, medico e giornalista di salute e benessere, invece, lo consiglia, ma solo se è a intermittenza. Dopo aver sperimentato su sé stesso il digiuno a giorni alterni, il suo servizio è andato in onda sul canale BBC e adesso Oltremanica non si parla che della sua dieta dimagrante.

La dieta ideata da Michael Mosley prevede appunto non un digiuno prolungato, ma che vengano limitate le calorie ingerite a 500 al giorno per le donne – mentre gli uomini possono permettersi di consumarne anche 600 – per soli due giorni. Durante il resto della settimana, come prevede la dieta, è possibile mangiare regolarmente, senza preoccuparsi troppo. Per questo viene chiamata dieta dimagrante 5:2.

Per i più scettici, sappiate che chiunque abbia seguito questo bizzarro regime alimentare può testimoniare la sua efficacia. Per chi, invece, si stesse domandando circa l’insorgere di effetti collaterali dannosi per il proprio organismo, sappiate che anche gli scienziati hanno approvato questo regime alimentare, se però applicato in situazioni di obesità. Inoltre, gli studiosi hanno affermato che il digiuno, se adeguatamente controllato, può addirittura portare benefici per la salute.

Infatti, già dal 1939 alcuni studi dimostrano che un ridotto apporto calorico rientri tra quelle buone abitudini capaci di prolungare l’aspettativa di vita – almeno nei topi e nelle scimmie. Questo ha spinto Mosley a tentare l’esperimento. Cinque settimane: questo è il tempo durante il quale il giornalista si è sottoposto al digiuno intermittente, ottenendo risultati sorprendenti. Infatti, Mosley ha perso 6,35 chili – circa il 25% del suo grasso corporeo – e le analisi del sangue – in particolare i dati riguardanti IGF-1, glucosio e colesterolo – non presentano anomalie, ma risultano anzi migliori.

Gli effetti sono quindi chiari: riduzione del rischio di contrarre malattie legate all’età e al peso, come l’Alzheimer, il cancro e il diabete. Mosley ha inoltre spiegato che durante le cinque settimane in questione ha suddiviso le 600 calorie riuscendo a mangiare due volte al giorno: prima colazione con prosciutto e uova e cena con pesce al vapore e verdure, evitando così la sensazione di fame.

Diverse sono state però anche le critiche dei nutrizionisti. Innanzitutto un regime alimentare che prevede giorni di digiuno andrebbe seguito rigorosamente da una équipe medica, che si assicuri sia maggiore il consumo di acqua durante il digiuno, evitando così possibili effetti digestivi. Le critiche, inoltre, hanno sottolineato la possibilità di incoraggiare i seguaci di Mosley a sviluppare disturbi alimentari, oltre l’impossibilità di vivere a pieno le giornate di digiuno.

26 marzo 2013
I vostri commenti
Rita, giovedì 9 marzo 2017 alle17:31 ha scritto: rispondi »

Vorrei sapere se i 2 giorni alter alternativi a 500 calorie, sono di seguito, o a scelta?grazie

Virginia, domenica 9 ottobre 2016 alle22:19 ha scritto: rispondi »

vorrei avere notizie su questa dieta devo perdere 20 chili .volevo sapere sui due giorni di digiuno e cosa posso mangiare con le 500calorie .vi ringrazio contattatemi al piu presto

silvana, domenica 19 giugno 2016 alle20:21 ha scritto: rispondi »

Menu tipo: colazione un caffè amaro 0 calorie ore10 una barretta fibre e frutti di bosco80 cal.Pranzo una fetta di tacchino da 100 gr con un pomodoro senza condimento merenda un frutta .cena pollo o svizzera o altro con un po di verdura.Quando prende la sensazione di fame bere bere bere acqua

Erica, mercoledì 6 aprile 2016 alle21:11 ha scritto: rispondi »

Vorrei avere un programma settimanale

ANNA, giovedì 17 settembre 2015 alle16:26 ha scritto: rispondi »

cosa devo mangiare nei due giorni di dieta?

Lascia un commento