Dieta del digiuno, modello migliore si adatta allo stile di vita

Tra le nuove tendenze in tema di dieta si sta affermando sempre di più quella del digiuno ad intermittenza. C’è la dieta 5:2, che consiste nel combinare 5 giorni di pasti normali e 2 giorni di alimentazione a basso contenuto calorico. Esiste anche la dieta 16:8, che prevede 16 ore di digiuno e 8 ore in cui concentrare i pasti durante il giorno.

Tutto è iniziato proprio con la dieta 5:2, chiamata dieta fast, che è stata seguita da molte persone con l’obiettivo di perdere peso senza sforzi eccessivi. L’idea del digiuno per favorire il dimagrimento si è poi evoluta in diversi altri metodi, come il 16:8 o il 6:1. Quest’ultimo consiste in particolare nell’alimentarsi normalmente per 6 giorni durante la settimana e nel praticare un giorno di digiuno.

=> Leggi i 9 consigli dal Giappone per la dieta del digiuno

Complici anche le idee delle star, queste diete hanno interessato moltissime persone in tutto il mondo, ma gli esperti avvertono che non sempre possono avere dei risultati positivi sulla nostra salute. Rob Hobson, responsabile nutrizione di Healthspan, spiega che non esiste una dimensione del digiuno adatta a tutti.

Molte ricerche sull’argomento sono ancora alle prime fasi. Molti benefici associati al digiuno intermittente sono incentrati sulle modifiche che avvengono al corpo quando viene privato del cibo. La perdita di peso avviene perché si assume un numero inferiore di calorie e si pensa che una dieta come la 5:2 possa favorire i processi di riparazione cellulare e i cambiamenti legati alla longevità e alla protezione contro alcune malattie.

=> Scopri come seguire la Dieta dimagrante 5:2

Però se durante la fase in cui si può mangiare non si segue una dieta sana si possono commettere degli errori evidenti. La dieta fast potrebbe risultare ingannevole perché, anche se si assumono poche calorie queste potrebbero essere ottenute da fonti non salutari, che possono aumentare la fame e causare degli squilibri nel sangue.

Tuttavia molti studi hanno osservato alcuni vantaggi del digiuno, come la riduzione dello stress ossidativo e dell’infiammazione nel corpo. La regola fondamentale in tutti i casi è seguire l’alimentazione più corretta in base ai bisogni dell’organismo, adattandola al nostro stile di vita, mangiando cibi di qualità e assumendo i nutrienti essenziali per garantire una buona salute.

18 settembre 2017
Lascia un commento