Le fibre alimentari si confermano importanti per la salute del cuore. A sostenerlo in questo caso uno studio condotto dai ricercatori del Center for Community Health and Health Equity, Brigham and Women’s Hospital e dell’Harvard Medical School di Boston.

L’apporto di fibre nella propria dieta rappresenterebbe quindi un’efficace barriera protettiva nei confronti delle malattie cardiovascolari e metaboliche, oltre che come ormai noto per la prevenzione di alcuni disturbi all’apparato digerente e per favorirne la regolarità. Lo studio condotto negli USA ha visto coinvolti oltre 23 mila individui inclusi nel National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES) 1999-2010.

Per ciascuno di loro sono stati presi in esame la situazione clinica, l’apporto di fibre e in generale il regime alimentare seguito, oltre ai dati socio-demografici come etnia, condizioni socio-economiche e istruzione.

L’associazione tra coloro che hanno evidenziato una scarsa abitudine all’impiego di fibre alimentari (provenienti sia da cereali integrali che da frutta e verdura) hanno allo stesso tempo manifestato una maggiore propensione verso disturbi legati alla circolazione sanguigna o patologie cardiache come l’infarto.

In aiuto arriva, come spesso accade quando si tratta di alimentazione sana, la Dieta Mediterranea, ricca di fibre e altri sostanze naturali utili all’organismo dell’uomo. Un aiuto naturale anche per aumentare la propria capacità riproduttiva e nella prevenzione di una forma su tre di tumore.

22 ottobre 2013
Fonte:
I vostri commenti
olimpia, martedì 11 febbraio 2014 alle20:40 ha scritto: rispondi »

salve io sono una mamma con un bambino di 5 anni con pressione alta e un angiodisplasia,e una moglie con il marito soggetto ad infarti. vorrei sapere una giusta alimentazione per tutti i giorni,Grazie

Lascia un commento