Dieta ayurvedica: schema e come funziona

L’alimentazione svolge un ruolo primario nella conquista di un benefico equilibrio tra mente e corpo: su questo principio si basa il regime alimentare chiamato dieta ayurvedica, a sua volta ispirato all’omonima medicina di origine indiana.

La filosofia ayurvedica, di origini molto antiche, sostiene che tutto ciò che esiste in natura è stato generato dall’azione di specifici elementi detti “Dosha”, come il fuoco (Pitta), l’aria (Vata) e la terra (Kapha), coi i quali il corpo deve trovarsi in perfetta armonia per stare bene e in salute.

=> Dieta del digiuno: alimentazione ed esempio


Anche attraverso l’alimentazione, quindi, è possibile favorire l’equilibrio tra le tre energie vitali purché i cibi vengano assunti nelle giuste proporzioni e siano privilegiati abbinamenti salutari, soprattutto se l’obiettivo è perdere peso o contrastare la ritenzione idrica.

Principi di base

Ayurveda

La filosofia Ayurveda sostiene che a ciascuna delle tre energie vitali corrisponde una data “fisionomia” umana, tenendo conto delle caratteristiche fisiche ma anche dei tratti della personalità: ciascuna di queste tipologie dovrebbe beneficiare di un’alimentazione specifica tenendo conto anche dei suoi punti deboli. A essere maggiormente esposto ai problemi di sovrappeso, ad esempio, è l’individuo Kapha che deve rinunciare ai grassi, ai fritti, ai dolci preferendo una cucina leggera e ricca di verdure fresche.

A ciascun Dosha corrisponde infatti una rosa di cibi benefici ma anche un gruppo di alimenti da evitare. Per i Vata sono ammesse zuppe e piatti salati ma anche dolci, ma bisogna dire no agli alimenti astringenti e crudi. I Pittapossono consumare cibi freddi, frutta e verdura ma anche latticini, evitando invece troppa carne rossa, caffè e alcolici.

=> Scopri l’attenzione italiana per le diete vegane e vegetariane


In generale, questa disciplina alimentare non impone divieti ferrei ma consiglia di stabilire un regime dietetico moderato abbinando i cibi in modo da sfruttarne tutti i benefici. Ecco alcune linee guida:

=> Scopri la dieta oloproteica


  • bere almeno due litri di acqua al giorno;
  • evitare le bevande gassate e fredde, preferendo le tisane tiepide e consumando acqua aromatizzata allo zenzero per favorire la depurazione dell’organismo;
  • condire i cibi con due cucchiai di olio vegetale al giorno (va bene quello di mais o di girasole) abbondando con le spezie, soprattutto pepe nero, peperoncino e noce moscata in grado di velocizzare il metabolismo;
  • consumare i cibi prevalentemente crudi oppure, se è necessaria la cottura, consumarli immediatamente evitando le lunghe conservazioni.

Schema alimentare

Ayurveda

Se l’obiettivo di chi sceglie il regime alimentare ayurvedico è quello di dimagrire, è fondamentale consumare cibi astringenti – come le verdure a foglia verde e gli ortaggi – e preferire i sapori piccanti e amari, limitando fortemente i piatti dolci ed eccessivamente salati. Qui di seguito uno schema di esempio adatto a coloro che vorrebbero perdere peso:

  • colazione: una tazza di latte parzialmente scremato accompagnato da cereali integrali o fette biscottate;
  • spuntino di metà mattina e metà pomeriggio: una porzione di frutta o uno yogurt;
  • pranzo: è possibile consumare una porzione di legumi, come la soia e i ceci, per fare il pieno di proteine senza tuttavia mangiare carne o latticini;
  • cena: preferire i carboidrati consumando una porzione di cereali a scelta tra riso, farro o altre tipologie da condire con verdure a piacere e olio vegetale.

8 gennaio 2018
Immagini:
Lascia un commento