Dimagrire restando in salute e sempre in forma? Si può, con una dieta a zona vegetariana opportunamente seguita e affiancata da uno stile di vita corretto. Secondo diversi studi, seguire un regime alimentare vegetariano porta a un minor rischio di malattie cardiache e di cancro, inoltre permette di essere magri, con poco grasso. Bisogna però prestare attenzione alla giusta percentuale di proteine, grassi e carboidrati da assumere quotidianamente.

Scopri perché i vegetariani vivono di più

La dieta a zona vegetariana è stata ideata da Barry Sears e rappresenta la soluzione ideale per coloro che desiderano restare in forma eliminando le proteine animali e sostituendole con fonti vegetali, quali ad esempio tofu e soia. Il programma proposto da Sears ha iniziato a riscuotere una certa popolarità dopo l’uscita del libro “Enter the Zone” e, a suo parere, è volto a promuovere il benessere regolando sia il livello di ormoni che di glucosio presente nel sangue. Aiuta anche a regolare l’appetito e a favorire una naturale perdita di peso.

Cosa mangiare?

Secondo questa dieta, si dovrebbero assumere carboidrati, grassi e proteine in base al rapporto 40-30-30. Il 30% di grassi viene sostituito con grassi monoinsaturi mentre l’altro 30% di proteine animali con proteine vegetali. Nel menu quotidiano bisogna inoltre selezionare gli ortaggi e preferire quelli meno ricchi di carboidrati.

I cibi da preferire sono quindi tofu, proteine di soia, soia, noci, formaggio, uova e sostituti vegetali della carne. Questo perché questi alimenti sono fonti di proteine e forniscono una gustosa alternativa alla carne e ai fagioli, da escludere perché ricchi di carboidrati. La FDA sostiene che mangiare 25g al giorno di soia potrebbe aiutare anche a ridurre il rischio di colesterolo e di malattie cardiache. Gli alimenti che la contengono sono poveri di grassi saturi.

Scopri quali cibi vegetariani sono più ricchi di proteine

Vantaggi e svantaggi

Numerosi esperti si sono dichiarati pro e contro circa la dieta vegetariana a zona, poiché se da una parte questo regime alimentare è versatile e ha pertanto la capacità di adattarsi a numerose ricette, senza dimenticare che potrebbe aiutare a restare magri a vita e in salute, dall’altra parte bisognerebbe prestare attenzione ad alcuni fattori. In particolare, attenzione all’alto consumo della soia: è iper-allergenica e mangiarne in grandi quantità può influire negativamente sulla salute. Come sempre per ogni dieta, è consigliabile chiedere prima il parere del dietologo o del nutrizionista.

23 agosto 2013
Fonte:
Via:
Immagini:
I vostri commenti
Andrea, lunedì 27 marzo 2017 alle10:09 ha scritto: rispondi »

Dove potrei trovare dei libri a riguardo?

ketty, domenica 1 marzo 2015 alle20:26 ha scritto: rispondi »

Alcuni mesi fa ho seguito una dieta Zona non vegetariana ed ho perso 4 chili. Adesso sono ferma al mio peso e non riesco a perderne altri, vorrei seguire una dieta vegetariana dimagran te. Devo poi assumere ogni giorno gli integratori per mancanza di proteine, se si quali?

roberta peronaci, venerdì 18 aprile 2014 alle15:39 ha scritto: rispondi »

Desidererei delle ricette vegetariane che escludano completamente proteine di origine animale. Grazie

VERONICA, mercoledì 27 novembre 2013 alle10:22 ha scritto: rispondi »

Ringrazio!

g, domenica 29 settembre 2013 alle11:24 ha scritto: rispondi »

vorrei elle nuove ricette vegetariane

Lascia un commento