L’aggiunta di alghe essiccate ai prodotti alimentari industriali come la pizza, i crackers, gli hot dog e la pasta potrebbe ridurre il rischio di malattie cardiache e prevenire l’obesità. A sostenerlo è un recente studio condotto dalla University of Southern Denmark pubblicato sulla rivista Phycologia.

Le alghe sono un alimento salutare, ricco di amminoacidi essenziali, iodio, fibre, vitamine e acidi grassi insaturi. I ricercatori danesi, coordinati dal docente di biofisica Ole G. Mouritsen, sostengono che il granulato di alghe aggiunto alla farina per pizza o per il pane conferisce sapore ai prodotti industriali senza causare un innalzamento della pressione sanguigna. A differenza dei sali di sodio contenuti in molti prodotti industriali, i sali di potassio presenti nelle alghe aumentano infatti l’appetibilità dei cibi senza rischi per salute.

Quando si consumano alghe inoltre si percepisce l'”umami”, un sapore noto come il “quinto gusto” che fa sentire sazi più in fretta e aiuta a dimagrire. Il cervello prova un desiderio minore di sale, zucchero e grassi. I ricercatori hanno scoperto che chi consuma prodotti a base di alghe tende a mangiare sano e a limitare la quantità di calorie ingerite.

Gli studiosi hanno testato le proprietà delle alghe su un campione di uomini sani in sovrappeso. I partecipanti hanno consumato pane contenente il 4% di alghe della specie Ascophyllum nosodum. L’aggiunta di alghe alla farina ha permesso di aumentare l’apporto di fibre di 4,5 grammi in più ogni 100 grammi rispetto al pane comune. Il consumo di alghe ha ridotto del 16,4% l’apporto calorico nelle 24 ore successive al pasto.

Secondo il professor Mouritsen le alghe dovrebbero essere aggiunte soprattutto ai cibi da fast food per renderli più sani lasciando inalterato il gusto. Le alghe potrebbero insaporire anche la carne, incrementando l’apporto di fibre e antiossidanti e riducendo il colesterolo cattivo. Per poter apportare dei benefici il consumo di alghe essiccate secondo gli esperti dovrebbe attestarsi sui 5-10 grammi al giorno. Gli esperti invitano a prestare attenzione all’alga Hijiki perché contiene arsenico e ad acquistare solo prodotti sicuri da rivenditori affidabili.

25 novembre 2015
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento