Non è certo un segreto, le auto a idrogeno emettono acqua dal loro tubo di scappamento. E Diane Kruger, ora al cinema con “Tutto Sua Madre”, ne ha voluto bere un copioso sorso. L’iniziativa nasce da un’idea di Mercedes-Benz per la promozione della linea B-Class F-CELL, delle auto a idrogeno con motore elettrico.

L’idea non si può dire che non sia originale. Diane Kruger e il compagno Joshua Jackson, volto di serie di culto come “Dawson’s Creek” e “Fringe”, vengono sfidati da Mercedes-Benz a trascorrere 72 ore nella Valle della Morte – area deserta della California – senza acqua. Considerato come le temperature superino facilmente i 50 gradi, sopravvivere sarebbe praticamente impossibile. Ma al loro fianco vi è un fuoristrada ecologico, che dal suo tubo di scappamento rilascia acqua purissima.

Proprio così, il ricorso all’idrogeno come carburante ha l’unica conseguenza di produrre H20 dai suoi processi, acqua tra l’altro del tutto pulita e priva di contaminazioni. Così il produttore automobilistico ha deciso di collegare al tubo di scappamento una tanica, con cui raccogliere i liquidi prodotti in molti chilometri di viaggio. Quindi il momento della verità: dopo tre ore di strada sotto il sole cocente, i due attori si fermano e – non di certo senza dubbi e paure – riempiono una bottiglietta dall’apposito rubinetto montato sul contenitore. La reazione stupita è più che giustificata:

Wow, si possono bere le emissioni di un’automobile!

Quella delle auto a idrogeno è una vera e propria sfida per il futuro della mobilità verde. Ancora poco diffuse, dati gli elevati costi di produzione e delle tecnologie che non le rendono abbordabili al consumatore finale, le auto a idrogeno passano oggi in secondo piano rispetto alle comuni elettriche, ben più vicine alla clientela. Ma così non sarà in futuro: entro il 2070 si stima che non esisteranno più vetture che sfruttano petrolio o combustibili inquinanti, per un mondo delle quattro-ruote davvero amico dell’ambiente. E, oltre a Mercedes, anche Hyundai e Toyota sarebbero pronti a lanciare le loro proposte sul mercato.

8 febbraio 2014
In questa pagina si parla di:
Via:
I vostri commenti
Silvano Ghezzo, giovedì 26 giugno 2014 alle1:33 ha scritto: rispondi »

Cosa non si fa per uno spot, anche perchè non fa molto bene bere acqua "distillata" . Informatevi se non ci credete.

Lascia un commento