L’e-NV200 arriva in Italia: i primi 50 veicoli a zero emissioni, realizzati grazie all’accordo fra Nissan e DHL Express, saranno operativi nelle città di Roma e Milano, ma arriveranno presto anche a Firenze, Verona, Bologna, Napoli, Salerno, Bari e Catania.

Lanciato sul mercato a giugno del 2014, l’e-NV200 assicura di rivelarsi utile in contesti come le città, in particolare nelle zone con accesso: oltre all’assenza di emissioni nocive, il van Nissan permette un risparmio nei costi di gestione fino al 57% rispetto a un furgone diesel simile.

Il nuovo eco furgone possiede un motore elettrico derivato da quello della Leaf, con batterie al litio ricaricabili all’80% in meno di 30 minuti, grazie al sistema di ricarica rapida con tecnologia CHAdeMO. Dotato di 4,2 m3 e con portata utile di 770 kg, l’e-NV200 offre un’autonomia di 160 chilometri. Alberto Nobis, amministratore delegato di DHL Express Italia, ha spiegato:

L’accordo con Nissan è in perfetta coerenza con l’impegno che da anni portiamo avanti nei confronti dell’ambiente. L’impiego di questi innovativi furgoni a impatto zero rappresenta un ulteriore tassello del programma globale GoGreen, ideato dal Deutsche Post DHL per abbattere, entro il 2020, le emissioni di CO2 dell’intero gruppo a livello mondiale del 30%.

I veicoli Nissan ci permettono inoltre di implementare la strategia di City Logistics sostenibile, essendo particolarmente adatti anche alle consegne nei centri storici delle città.

Dopo aver risposto perfettamente ai test effettuati anche in Italia, la e-NV200 andrà a rinfoltire la flotta della DHL Express, che così arriva a 1.615 veicoli fra furgoni elettrici, furgoni euro5, cargo bike a pedalata assistita e biciclette elettriche.

Il risultato è un taglio ulteriore del 3% sulle emissioni di CO2, già ridotte negli ultimi 5 anni del 48%. Bruno Mattucci, Ad di Nissan Italia, ha sottolineato:

L’accordo con DHL ha consolidato la nostra leadership nella mobilità elettrica anche per la gamma dei veicoli commerciali. Altre aziende stanno dimostrando interesse a questo tipo di mobilità sostenibile che garantisce notevoli vantaggi economici nella gestione delle flotte.

20 gennaio 2015
Lascia un commento