In Italia è boom di riqualificazioni energetiche degli edifici, un aumento degli interventi imputabile in gran parte all’incremento dell’aliquota incentivante, passata dal 55% al 65%. A renderlo noto è l’ENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.

L’ENEA ha diffuso i dati relativi alle pratiche inoltrate nel 2013 dai cittadini per ottenere le detrazioni fiscali al 65% per gli interventi effettuati su singole unità immobiliari o parti comuni dei condomini. Per ottenere il bonus sui lavori effettuati nel 2013 i cittadini avevano tempo fino al 30 settembre scorso. Chiusi i termini per la presentazione delle domande, per l’ENEA è arrivato il momento di trarre i primi bilanci.

La prima analisi restituisce risultati molto confortanti. Lo scorso anno si è infatti verificato un aumento del 35% rispetto alle domande presentate nel 2012, a testimonianza dell’interesse sempre più marcato da parte degli italiani verso il risparmio energetico, considerato un saggio investimento a lungo termine per risparmiare sulle bollette energetiche. Mediamente gli italiani spendono dai 100 ai 500 euro all’anno per migliorare l’efficienza energetica delle loro abitazioni.

Nello specifico, nel 2013 all’ENEA, ente che verifica i requisiti necessari per usufruire delle detrazioni, sono pervenute oltre 355 mila pratiche. Gli investimenti nella filiera dell’efficienza energetica sono aumentati del 20%, sfiorando quota 3,5 miliardi di euro.

Un settore fertile che non conosce crisi e che crea ricadute occupazionali importanti in un momento non proprio felice per l’economia italiana. Basti pensare che solo nel 2013 i nuovi posti di lavoro creati dalla richiesta di interventi di riqualificazione energetica e ristrutturazioni edilizie sono stati ben 226 mila.

Alla luce del boom di richieste pervenute all’ENEA è plausibile e auspicabile che il Governo proroghi l’aliquota del 65%, in scadenza a fine dicembre, fino al 2015. Come anticipato nei giorni scorsi dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi:

Il bonus fiscale del 50% per le ristrutturazioni edilizie e quello del 65% per la riqualificazione energetica saranno prorogati per il 2015 con la Legge di stabilità.

8 ottobre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento