Buona nuove dall’Agenzia delle Entrate. Con laRisoluzione 12/E del 7 febbraio 2011 è stato, infatti, stabilito che la possibilità di detrarre il 55% dei costi per la riqualificazione energetica degli edifici comprenderà anche i lavori d’installazione di impianti termodinamici a concentrazione solare.

Insomma, gli aiuti arriveranno anche a chi decide di scommettere sul sole come fonte di acqua calda e riscaldamento domestico. Questa possibilità sarà comunque limitata alla funzione di “riscaldamento” e non riguarderà eventuali produzioni di energia elettrica – per cui esistono altre forme di contributi molto vantaggiose.

Si tratta certamente di una buona notizia, che apre sempre di più alla possibilità di utilizzare le fonti rinnovabili di energia anche per rendere più efficienti gli impianti di riscaldamento delle nostre case. Con il lancio della tariffa bioraria e l’incremento dei prezzi dei combustibili, questa diventerà al strada maestra, non solo per una questione di rispetto ambientale, ma anche dal punto di vista strettamente economico.

9 febbraio 2011
Lascia un commento