Scade il 31 marzo 2011 il termine per la detrazione fiscale del 55% concessa ai contribuenti in caso di spese sostenute per lavori di riqualificazione energetica. Tra gli interventi che possono usufruire di tale agevolazione non solo l’installazione di pannelli solari, ma anche tutte le modifiche e ristrutturazioni operate per favorire il risparmio energetico.

Secondo il regolamento, sono soggetti alla comunicazione tutti coloro che hanno effettuato questo tipo di interventi durante l’anno 2010 ma non sono riusciti a ultimarli entro la fine dello stesso anno. La somma dichiarabile nella richiesta è quella effettivamente pagata fino al 31/12/2010, indipendentemente dal fatto che i lavori possano essere stati terminati successivamente. Nel caso di spese sostenute nel 2011, si applicherà il nuovo regolamento che consente il pagamento tramite 10 rate anziché 5 come per le spese sostenute nel 2010.

Il procedimento è abbastanza agevole e può avvenire esclusivamente per via telematica. Visitando il sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile infatti scaricare il Software IRE2009 che può essere utilizzato direttamente dal contribuente o avvalendosi di intermediari abilitati.

Per poter comunque usufruire dello sgravio fiscale, i cittadini devono necessariamente trasmettere all’ENEA tutta la documentazione necessaria ad attestare il raggiungimento degli obiettivi di risparmio energetico previsti dalla norma. La trasmissione dei dati deve necessariamente avvenire entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

È bene infine sottolineare che, secondo il regolamento, il mancato invio dei dati non comporta la decadenza del diritto alla detrazioni IRPEF, ma viene punito con una sanzione amministrativa che va da 258 a 2.065 euro.

9 marzo 2011
Lascia un commento