Una guida sintetica per capire meglio il funzionamento della detrazione fiscale del 50% per elettrodomestici e mobili acquistati per case sottoposte a ristrutturazione. L’ha pubblicata l’Agenzia delle Entrate per chiarire ogni dubbio sul bonus IRPEF in vigore fino al prossimo 31 dicembre.

Consultando l’agile vademecum è possibile trovare informazioni sugli interventi che danno accesso all’ecobonus, sulla documentazione da presentare per ottenerla e sulle scadenze della misura di agevolazione.

A proposito di elettrodomestici, ad esempio, sulla mini guida è indicato l’elenco dei dispositivi per i quali si può richiedere lo sgravio (frigoriferi, congelatori , lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento), oltre alle caratteristiche energetiche che devono avere. L’Agenzia, inoltre, ha specificato le tipologie di mobili escluse dal regime di incentivazione.

Per entrambe le categorie di beni, inoltre, la guida fornisce informazioni a proposito delle date di applicabilità del provvedimento (spese sostenute dal 6 giugno al 31 dicembre 2013), sul tetto di spesa (importo massimo di 10.000 euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici e non, come era sembrato in precedenza, riferito alla detrazione massima applicabile) e sulle modalità di pagamento ammesse (anche carte di credito e di debito).

L’Agenzia chiarisce nel vademecum tutti i dubbi in materia di documentazione da conservare per ottenere la detrazione e di accesso agli incentivi per lavori di ristrutturazione realizzati in ambito condominiale.

Scarica la guida > Bonus mobili ed elettrodomestici. Come e quando richiedere l’agevolazione fiscale

26 settembre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento