Caldo e sudore: l’estate è un vero banco di prova per la pelle delicata dei più piccoli, costretti di solito a indossare il pannolino per la maggior parte della giornata. Il rischio di dermatiti, arrossamenti e irritazioni è sempre dietro l’angolo, ma è possibile seguire qualche accorgimento per prevenire o lenire i fastidi.

Prima di tutto, può rivelarsi decisiva la scelta del pannolino: usare i lavabili o gli usa e getta ecologici, privi di plastica, cloro e con ridotto contenuto di gel assorbenti, può aiutare i bimbi con la pelle particolarmente delicata, prevenendo o risolvendo molti problemi di dermatite da pannolino.

Fondamentale poi sciacquare ad ogni cambio le zone a contatto col pannolino con acqua tiepida corrente (ed eventualmente un detergente estremamente delicato). In questo può risultare di aiuto posizionare il fasciatoio direttamente in bagno, in modo da facilitare e accelerare le operazioni di lavaggio e resistere alla tentazione di ricorrere alle salviettine.

A proposito di salviette imbevute, sarebbe meglio limitarne l’uso alle situazioni di reale necessità, come i viaggi o i “pit-stop” fuori casa. In commercio, inoltre, sono disponibili prodotti privi di alcol e altre sostanze aggressive, che potrebbero favorire la comparsa di irritazioni o arrossamenti.

Lasciare il più possibile la pelle scoperta costituisce un altro piccolo “segreto” per prevenire la dermatite da pannolino, o per favorirne la guarigione se il danno è ormai fatto. I piccoli, inoltre, di solito amano particolarmente restare liberi da ogni costrizione, per cui dovrebbero apprezzare la piccola esperienza di nudismo.

Anche la tempestività dei cambi gioca un ruolo importante: controllare spesso le condizioni del pannolino e sostituirlo almeno ogni 3 ore (e immediatamente dopo ogni evacuazione) contribuisce a prevenire i problemi. La scelta di prodotti cosmetici ecobio, privi di ingredienti di derivazione petrolifera (o comunque “banditi” dal biodizionario) dovrebbe infine migliorare ulteriormente la traspirazione della pelle.

In caso di irritazioni particolarmente severe o persistenti, ulcerazioni, piaghe purulente o maleodoranti è fondamentale ricorrere immediatamente alle cure mediche, per scongiurare la presenza di micosi o altre infezioni della cute.

13 agosto 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento