Depilazione maschile senza rasoio: le alternative

Sempre più uomini decidono di affidarsi alla depilazione, sebbene le ultime tendenze di stile vedano un ritorno della barba e di un fisico moderatamente irsuto. Eppure questa operazione non è sempre semplice per il genere maschile poiché, oltre alla maggiore distribuzione dei peli rispetto a quello femminile, tende a non scegliere le tecniche più indicate. Si tratti di mancanza di tempo, oppure di semplice comodità, sono moltissimi gli uomini che decidono di affidarsi al rasoio, sebbene questa scelta non garantisca risultati perfetti e costringa a fastidi non di poco conto. Quali sono, però, le alternative per depilarsi senza lama?

Naturalmente, la modalità più indicata deve essere scelta in base alle necessità della propria pelle e, per questa ragione, il consiglio è di affidarsi al dermatologo o all’estetista per individuare la modalità più adatta alle proprie esigenze.

Perché evitare il rasoio?

Rasoio

Sebbene gli uomini siano abituati sin dall’adolescenza a familiarizzare con il rasoio, soprattutto per la rasatura del volto, questo metodo non è in realtà efficace per il resto del corpo. Vi sono infatti molti fattori da tenere in considerazione, a partire dalla durata: questo strumento, a differenza di altri metodi, taglia il pelo a livello superficiale anziché eliminarlo dalla radice, con il risultato che la ricrescita sarà decisamente più veloce.

=> Scopri come eliminare i peli incarniti


Vi sono poi delle fastidiose problematiche connesse all’uso del rasoio. La prima è certamente quella dei peli incarniti: tagliati dalla lama, possono assumere una forma dell’estremità anomala e letteralmente rimanere incagliati sotto la cute, provocando dolore, gonfiore, accumulo di sebo, pus e, nei casi più gravi, anche cisti. Non ultimo, durante l’operazione si possono verificare irritazioni e tagli e, di norma, la ricrescita genera prurito. Infine, il rasoio può risultare molto scomodo per raggiungere alcune parti del corpo, come la schiena, oppure poco indicato per aree delicate come quelle intime.

Alternative classiche

Ceretta uomo

AndreyPopov via iStock

Le alternative classiche alla depilazione tramite rasoio sono sostanzialmente due: la comune ceretta o, ancora, l’impiego della crema depilatoria. La ceretta è di certo il metodo più comune, poiché strappa il pelo dalla radice e assicura una pelle liscia a lungo, rallentando la ricrescita. Inoltre, l’azione ripetuta può nel tempo indebolire il bulbo stesso, riducendo di volta in volta il numero di peli. È però dolorosa, soprattutto sulle aree solitamente molto irsute per l’uomo come il petto, e può determinare non solo dolore, ma anche momentanee irritazioni.

=> Scopri i rimedi naturali per la depilazione maschile


La crema depilatoria, invece, agisce tramite un processo chimico, dissolvendo il pelo alla base della pelle. Come il rasoio, la ricrescita è più veloce perché il bulbo non viene strappato completamente, ma rende meno frequente l’apparizione di peli incarniti e non presenta il rischio di tagli e altre ferite. È indicata sia per un uso frequente che per zone più delicate dove la ceretta potrebbe risultare traumatica, come le ascelle, ma alcuni uomini possono manifestare intolleranze e allergie ai composti impiegati, con arrossamenti, orticaria e altri sintomi cutanei. Inoltre, non tutte le creme sono indicate per le parti intime. Ancora, si deve tenere presente come queste soluzioni abbiano solitamente un odore molto forte, sebbene limitato alla durata del trattamento.

Alternative meno diffuse o naturali

Rasoio

Vi sono certamente anche delle proposte meno diffuse, ma comunque efficaci, e altre di origine naturale, in caso ceretta e crema non fossero la soluzione adatta alle proprie esigenze. La prima è quella dei cuscinetti per depilazione, solitamente dei guanti di gomma o di stoffa che, sfregati sulla pelle, eliminano superficialmente il pelo con un’azione meccanica. Possono però causare irritazioni su pelli delicate e, in genere, richiedono molto tempo.

=> Scopri la ceretta araba


Segue la ceretta allo zucchero, un metodo naturale di origine araba, basato sulla creazione di una morbida pasta a base di zucchero o miele, una sorta di gomma che viene passata ripetutamente sul corpo per intrappolare il pelo, strappandolo dalla radice. È solitamente più dolce della classica ceretta, ma richiede più tempo e serve avvalersi di personale esperto per eseguire la tecnica nel modo giusto. Segue quindi la depilazione con filo, anch’essa un’antica tecnica che richiede una certa manualità. Garantisce un risultato duraturo, determina un dolore più leggero rispetto alla ceretta, nonché una pelle meno irritata. Ancora, esistono numerosi dispositivi elettronici a strappo che, per quanto efficaci, possono risultare molto dolorosi. Per una depilazione permanente, invece, bisogna ricorrere a metodi come la luce pulsata, il laser e molti altri ancora, solitamente dal dermatologo o in centri estetici.

Se nessuna di queste alternative facesse al proprio caso, si consideri il semplice trimming. Si tratta semplicemente di accorciare i peli con il comune rasoio elettrico, quello che si usa anche per i capelli, per ridurne sensibilmente la lunghezza e mostrare un aspetto più ordinato. È certamente una soluzione fattibile per petto, ascelle e inguine e, sebbene meno richiesto, anche per braccia e gambe. Poco consigliato è invece per spalle e schiena, non solo per un aspetto poco gradevole dopo la depilazione, ma anche perché i peli accorciati a pochi millimetri potrebbero generare una sensazione di prurito o di puntura nelle operazioni quotidiane. In queste aree del corpo è più indicata una depilazione che lasci la pelle completamente liscia.

29 settembre 2018
I vostri commenti
Antonymous, martedì 2 ottobre 2018 alle13:17 ha scritto: rispondi »

"Sebbene gli uomini siano abituati sin dall’adolescenza a familiarizzare con il rasoio, soprattutto per la rasatura del volto, questo metodo non è in realtà efficace per il resto del corpo." Non è proprio esatto, poichè una parte delle donne, al contrario lo usa dappertutto nel corpo tranne che sul volto, proprio perchè di norma li hanno più pronunciati nel corpo che sul volto, mentre per gli uomini in genere è l'opposto e quando non si tratta di semplice peluria il rasoio è adatto anche sul corpo. Ovviamente tenendo conto dei suoi difetti e delle alternative qui descritte. Peli incarniti e irritazioni possono verificarsi anche con la ceretta senza i giusti accorgimenti, anzi è anche più aggressiva sulla pelle. Ovviamente sia la lametta che la ceretta vanno fatte bene, per ridurre al minimo i fastidi relativi :).

Lascia un commento