Prevenire la demenza cambiando stile di vita. In base ai risultati di uno studio britannico, che verrà presentato a febbraio durante il World Innovation Summit for Health di Doha, la modifica di aspetti come la propria dieta o alcune abitudini quotidiane stimolerebbe il cervello proteggendolo dalla degenerazione cognitiva.

Secondo quanto ha riferito il presidente del summit, l’ex ministro della Sanità britannica Lord Darzi, prendersi cura del proprio cervello è molto più utile di aspettare senza far nulla una possibile cura:

Mangiare seguendo una dieta sana, evitare l’obesità e fare molto esercizio fisico sono tutti metodi importanti per mantenere il cervello in salute perché quello che fa bene al nostro cuore è altrettanto positivo per la nostra mente.

Grazie ad alcune modifiche al proprio stile di vita potrebbero essere salvate, spiega Lord Darzi al quotidiano britannico The Telegraph, circa 80 mila vite soltanto nel Regno Unito. A giocare un ruolo chiave la pressione sanguigna, i cui eccessi risulterebbero responsabili per circa la metà dei casi.

Una dieta sana e dell’esercizio fisico regolare aiuterebbero a tenere sotto controllo la pressione sanguigna, come anche il diabete di tipo 2 (indicato come responsabile per oltre un terzo dei casi), la depressione, l’obesità e l’inattività.

Nello studio presentato da Lord Darzi sono stati analizzati i profili di circa 1.200 uomini e donne finlandesi tra i 60 e i 70 anni. Metà di loro ha modificato il proprio stile di vita orientandosi verso una dieta sana, avendo più cura del cuore, allenando il cervello tramite esercizi specifici e aumentando la propria attività sociale.

Coloro che hanno modificato il proprio stile di vita hanno mostrato al termine dello studio significativi miglioramenti nelle proprie prestazioni cognitive. Risultati da non sottovalutare secondo George McNamara, Alzheimer’s Society:

Non è più possibile ignorare la crescente montagna di risultati che persuadono riguardo l’importanza che il modificare alcuni tratti del proprio stile di vita possa avere sul ridurre il rischio di sviluppare la demenza.

Una persona ogni tre minuti sviluppa la demenza nel Regno Unito, con numeri in crescita e costi che aumentano c’è bisogno che tutta la società combatta la lotta contro una condizione che rappresenta la nostra maggiore sfida per quanto riguarda la salute e l’assistenza sociale.

22 dicembre 2014
Fonte:
Lascia un commento