Chi segue i nostri articoli sulla fusione fredda lo sa benissimo: non c’è solo Andrea Rossi e il suo E-Cat a far sperare il mondo con un’invenzione, almeno a parole, capace di offrire un’alternativa energetica convincente al nucleare tradizionale e alle fonti fossili. ad esempio, la Defkalion, azienda di origine greca, che in passato ha collaborato proprio con l’ingegnere italiano, promette risultati simili con il suo Hyperion.

>>Scopri le novità sull’Hyperion e il suo debutto previsto per agosto

Il professor Yeong E Kim dell’Università Purdue (nello Stato dell’Indiana) in questi giorni ha confermato il funzionamento del reattore. Da sempre vicino al mondo delle LENR, lo scienziato avrebbe di recente potuto esaminare una versione dell’E-Cat greco in funzione a Vancouver.

Non solo l’esperimento è sembrato funzionare ai suoi occhi, ma secondo E Kim addirittura sarebbe perfettamente riproducibile.

>>Scopri se la Defkalion abbandonerà la Grecia

Al contrario della Leonardo Corporation, insomma, l’azienda di origine ellenica sarebbe intenzionata a percorrere la via del riconoscimento accademico del proprio lavoro. Interventi sono previsti per due prossimi convegni ufficiali previsti per i prossimi mesi prima alla University of Missouri e una seconda in Texas.

11 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Bottiglia G., giovedì 13 giugno 2013 alle11:47 ha scritto: rispondi »

Si spera e si aspetta, sarebbe ora di rendersi conto che il sistema non regge l'attuale inquinamento; credo si possa fare tanto ed andare oltre certi sistemi per energia pulita, ma sono oltremodo sicuro che tante innovazioni sono state occultate da soggetti che non hanno scrupoli.

Lascia un commento