Continua il braccio di ferro fra associazioni ambientaliste, le società che hanno investito nel fotovoltaico e il governo. Causa del conflitto, il noto decreto Romani, che ha ridimensionato tutto il settore delle rinnovabili, prevedendo tagli e tetti massimi ai finanziamenti pubblici.

Domani il ministro Prestigiacomo incontrerà i rappresentanti di Anie (Federazione nazionale delle imprese elettrotecniche ed elettroniche), Aper (Associazione produttori energia da fonti rinnovabili), Anter (Associazione nazionale tutela energie rinnovabili), Vera online (Relazioni e strategie per l’impresa responsabile) e Asso Energie future. L’obiettivo vorrebbe essere una politica “condivisa” che riesca ad accontentare le richieste di tutte le parti.

Fa certamente un po’ impressione vedere un governo tentennare sulle fonti rinnovabili, nei giorni in cui il mondo riscopre l’orrore del pericolo nucleare. Polemiche a parte, l’augurio è che si riesca ad arrivare davvero ad un accordo che almeno non mortifichi un settore così vitale, salvaguardando i posti di lavoro in ballo.

15 marzo 2011
I vostri commenti
R-c-joll, mercoledì 16 marzo 2011 alle11:28 ha scritto: rispondi »

Sono un elettore di destra ma l'ultima volta non ho votato.. ma credo che alle prox daro' il voto a sinistra..questo governo non e' piu' sostenibile e giustificabile

Gesù, martedì 15 marzo 2011 alle22:14 ha scritto: rispondi »

Purtroppo la nave viene comandata da Pirati senza scrupoli, e noi tutti siamo in balia dei venti radiattivi.

Jeanluc Brunet9, martedì 15 marzo 2011 alle19:31 ha scritto: rispondi »

Vorrei sapere come si fa ad essere cosi imbecilli da volere ancore il nucleare quando con le rinnovabili avremmo molto di più con zero rischi !! E poi vorrei sapere come si fa a bloccare un settore che andava a gonfie vele ! E poi quando aziende avevano già investito.. COMPLIMENTI MINISTRO ROMANI NON LE DAREI DA GESTIRE LA CASSA DI UNA PICCOLA PARROCCHIA DI UN PAESE DI DIECI ANIME. ALLE PROSSIME ELEZIONI NON PRESENTATEVI. VI HO SEMPRE VOTATO E COSì I MIEI AMICI .. CHE LOGICAMENTE SPOSTEREMO IL VOTO..

Lascia un commento