Decorazioni albero di Natale: come disporle

Conto alla rovescia per il giorno di Natale: con il ponte dell’Immacolata è partita l’annuale corsa all’acquisto dei regali e alla preparazione degli addobbi casalinghi. Protagonisti delle feste sono i decori, le luci e le palline colorate, da disseminare in modo creativo all’interno dell’abitazione. Non può mancare il simbolo delle festività, ovvero l’albero di Natale, che con la sua presenza colora e riscalda la casa. La preparazione può risultare più o meno semplice, ma anche lunga e laboriosa se affrontata nel modo sbagliato. Ma con qualche piccolo consiglio e qualche semplice indicazione tutto si risolverà velocemente, in modo sereno e rilassante.

=> Scopri i decori veloci di Natale

Il primo step per affrontare la preparazione dell’albero è la ricerca dello stesso, dopo aver scelto una collocazione precisa all’interno della dimora è importante sceglierlo in misura della stessa. Meglio un articolo sintetico da riutilizzare di anno in anno, da riporre in cantina o in garage fino alla prossima festa. Oppure un albero vero, ma proveniente da un vivaio o un esercizio controllato che si possa riconsegnare a fine Natale. Molti negozi si offrono di riprendere gli articoli utilizzati per poi disporli in un terreno, garantendogli così la sopravvivenza. Un percorso quindi maggiormente consapevole e rispettoso.

Decorazioni e disposizione

Dopo aver aperto l’albero in posa verticale si procede disponendo le luci, magari accese così da visualizzare subito l’insieme. Si possono arrotolare intorno ai rami, partendo sempre dal basso, oppure a spirale o a zig-zag fino a raggiungere la cima: indispensabile che siano distribuite in modo equilibrato e uniforme. Per aumentare il clima natalizio meglio scegliere luci calde, chiare, favorendo attacchi a intermittenza per un effetto scenografico maggiore. A questo punto si affronta il secondo step creativo, ovvero la decorazione dell’albero stesso, cioè la disposizione degli elementi che andranno a completare la struttura. Per un maggiore impatto visivo, fatto di pesi e misure, di vuoti e pieni, è importante addobbare la parte superiore con elementi piccoli. Il formato aumenterà man mano che si procede verso il basso. Anche il quantitativo dovrà risultare più esiguo in cima e in crescendo dalla metà verso la base.

=> Scopri tutti i decori low-cost

Gli elementi più significativi, magari i dettagli dal valore sentimentale e dal piccolo formato possono completare la punta dei rami. In questo modo l’attenzione verrà catturata dall’insieme, ma al contempo anche dai dettagli. Si possono disporre palline, frutta secca, fili dorati e argentati, fiocchi, stelle di legno, decori artigianali in cartone, vetro, ceramica e legno, fili di perle colorate, nastri, mini campane di vetro, peluche, casette, biscotti allo zenzero, bastoncini di zucchero e tutto ciò che la fantasia potrà suggerire. Si può creare un albero dai toni equilibrati e dalla colorazione monotono, ad esempio tutto rosso e bianco, oppure osare con oro e argento, bianco, blu, celeste, toni pastello ma anche seguendo il trend del momento. Potrebbe risultare utile disporre altri addobbi all’interno della casa, così da creare un equilibrio e una sintonia cromatica. E per concludere completare l’opera con il classico puntale o stella, da sistemare sulla punta dell’albero.

Atmosfera

Per favorire una preparazione serena e in piena atmosfera natalizia, lavorate con un sottofondo musicale a tema, facendovi aiutare dai membri della famiglia per una creazione corale.

E se lo spazio scarseggia, preferite un mini albero o una composizione di tanti piccoli alberelli, di formato differente, rifinendo con luci e palline, in modo da creare un centrotavola o un angolo speciale tutto dedicato al Natale.

14 dicembre 2016
Immagini:
Lascia un commento