Nessuna sorpresa. Nel testo del maxiemendamento alla Legge Stabilità su cui il Senato ha espresso la fiducia è presente il capacity payment anticipato per sostenere gli impianti termoelettrici.

Così come è formulato, tra l’altro, il “comma 99″, contro il quale si sono schierate diverse associazioni lascia intendere che l’aiuto alle fonti fossili potrebbe essere pagato proprio dalle fonti pulite.

Dopo Legambiente, intanto, anche il Coordinamento FREE si è detto contrario all’approvazione del comma contestato. Spiega l’associazione:

L’emendamento ammazza le rinnovabili, spostando le risorse dalle queste alle termoelettriche. La modifica che si sta tentando di inserire nella legge di stabilità in queste ore è un’operazione intollerabile perché retroattiva e perché fatta sulla pelle di un settore già in difficoltà.

Nella giornata di ieri il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando aveva parlato del comma 99 come di un assalto da respingere. Secondo il responsabile del dicastero dell’Ambiente gli impianti termoelettrici in difficoltà vanno comunque in qualche modo aiutati. Ha detto infatti Orlando:

Il problema va affrontato, ma certo non sostenendo il comparto termoelettrico con il definanziamento delle rinnovabili. Non si può affrontare con la logica dell’emendamento un tema su obiettivi di programmazione.

27 novembre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento