Quando siamo in auto e troviamo davanti a noi dei ciclisti ci innervosiamo. Succede sempre, ma se vogliamo superarli da oggi dobbiamo prestare ancora più attenzione. Il ddl 2658 chiamato “SalvaCiclisti” ha introdotto delle novità molto importanti per gli automobilisti. È sempre possibile sorpassarli, non dobbiamo rimanere in coda per sempre, ma almeno ad un metro e mezzo di distanza.

=> Leggi il vademecum per la convivenza tra ciclisti e automobilisti

Il testo, firmato da Michelino Davico e sottoscritto da oltre 60 senatori, vuole così andare a riempire una lacuna nel Codice della strada che non specifica le modalità del sorpasso delle auto nei confronti dei ciclisti, considerati “utenti deboli della strada”.

=> Ciclisti, le multe per chi va contromano o sul marciapiede: leggi i dettagli

Il comma 2 di questo ddl tutela quindi i ciclisti e va a punire gli automobilisti, che non rispetteranno il metro e mezzo di spazio da lasciare ai ciclisti durante il sorpasso, con sanzioni anche pesanti: sia parte da 163 euro e si arriva a 651 euro, persino con la sospensione della patente.

Questa proposta nasce dall’analisi di alcuni dati allarmanti che su 4 milioni di ciclisti circa 250 muoiono sulla strada ogni anno mentre sono circa 16 mila i feriti. La maggior parte degli incidenti, prosegue il ddl, avvengono per l’eccesso di velocità e quindi si ritiene importante un intervento a riguardo.

28 marzo 2017
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Daniele, giovedì 30 marzo 2017 alle15:14 ha scritto: rispondi »

Mi sta bene che i ciclisti vadano tutelati.ma che dire quando questi vanno sul marciapiede o vanno contromano.o attraversano la strada senza scendere da essa?o quando vanno in bici senza mani x usare il telefono.o vanno accoppiati sulle strade? Gli autisti saranno pure i famosi pirati della strada.ma sarebbero da punire pure ciclisti e motoRini e pedoni...porca miseria

Lascia un commento