I data center di Toyota Motor Sales saranno più efficienti e meno costosi grazie al toolset Measurement and Management Technologies (MMT) di IBM e alla partnership con SoCal Edison (SCE).

Diminuire consumi energetici e guasti nel funzionamento sono gli obbiettivi perseguiti dalla casa automobilistica giapponese che ha fatto ricorso alla tecnologia IBM per monitorare i circa 20.000 metri quadrati del centro dati installato nella sede di Torrance, in California.

Alla fine il risultato di questa operazione portata avanti per un periodo di cinque mesi è l’ottimizzazione dell’efficienza del processo di alimentazione e raffreddamento delle strutture DC.

Il sistema MMT, che fornisce una valutazione dettagliata della distribuzione del calore nella sala macchine riportata su grafico tridimensionale, permette l’individuazione delle aree più calde in modo da poter orientare gli impianti di raffreddamento solo dove è necessario.

Toyota ha così potuto spegnere due delle sue sei unità di condizionamento e tagliare inotre i consumi energetici del 10%, stando ai calcoli effettuati dalla società fornitrice SoCal Edison.

19 ottobre 2009
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Bruno, mercoledì 21 ottobre 2009 alle8:04 ha scritto: rispondi »

Ho letto la notizia e non mi meraviglio. Chissa perchè noi Italiani dobbiamo sempre prendere esempio da società estere quando potremo realizzare di meglio noi con le nostre capacità tecnologiche in Italia !! L'energia nei data center non si può solo ridurre, si può azzerare. Accettasi scommesse !! Un saluto a tutti.

Lascia un commento