La Cina punta su un futuro energetico efficiente per quanto riguarda buona parte delle sue infrastrutture informatiche. La conferma arriva dal memorandum d’intesa stipulato a dicembre da China Communications Standards Association (CCSA), associazione no profit che raccoglie numerosi istituti e aziende cinesi, con The Green Grid, un consorzio globale che focalizza la sua attività nella ricerca di soluzioni energetiche efficienti per centri dati ed ecosistemi informatici.

Secondo quanto si apprende, i due partner sono pronti a collaborare alla realizzazione e promozione di standard internazionali per ottimizzare la progettazione dei data center mediante un utilizzo efficiente delle risorse energetiche necessarie al raffreddamento e al funzionamento delle infrastrutture. Si punta così a diminuire sensibilmente l’impatto ambientale di un settore che nei prossimi anni si annuncia in netta espansione.


Con una popolazione complessiva di oltre 1,3 miliardi di persone e solo 420 milioni di utenti connessi alla Rete, la diffusione di Internet in Cina richiederà necessariamente il potenziamento delle infrastrutture informatiche, con la costruzione di parecchi nuovi data center che beneficeranno delle competenze acquisite da The Green Grid.

Questo passaggio si aggiunge alla collaborazione stretta nel 2010 con il Lawrence Berkeley National Laboratory, del dipartimento americano dell’energia, allo scopo di migliorare l’efficienza energetica dei data center già attivi nel paese.

2 gennaio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento