Dal campo al freezer: alla scoperta dello stabilimento Findus di Cisterna di Latina

Sdoganare il luogo comune secondo il quale i prodotti surgelati non siano sinonimo di freschezza e qualità non è una mera utopia, ma un dato di fatto più che mai dimostrabile. A Cisterna di Latina – nel cuore dell’Agro Pontino – lo stabilimento Findus rappresenta una vera e propria eccellenza sotto molteplici punti di vista. Azienda leader in Italia nella produzione e commercializzazione di prodotti surgelati – facente parte dal 2015 del gruppo Nomad Foods – Findus fonda la sua filosofia sui principi di qualità e sostenibilità: due concetti che, lungi dal rimanere sulla carta, si pongono quali ingredienti essenziali ed imprescindibili di ciascun prodotto. Tutto questo si traduce in un impegno costante e rigoroso nell’assicurare una filiera produttiva rispettosa non solo dell’ambiente, ma anche e soprattutto della forza lavoro. Come ha spiegato Steven Libermann, General Manager di Findus Italia, la sostenibilità vuole essere un “concetto dinamico” teso al continuo miglioramento e alla riduzione al massimo degli sprechi.

Ed è così che a partire dal 2015 Findus ha messo in campo una serie di iniziative volte a tradurre in realtà la propria filosofia ispiratrice: dopo essere stata acquisita dal gruppo americano Nomad Foods, nel 2017 l’azienda ha intrapreso un percorso che ha condotto all’introduzione del marchio blu di pesca sostenibile e certificata MSC (Marine Stewardship Council) sull’84% dei prodotti di pesce con l’obiettivo di arrivare alla soglia del 100% nei prossimi anni. Dal punto di vista pratico, ciò significa gestire le attività di pesca in modo responsabile e sostenibile, lasciando per esempio abbastanza pesci per permettere loro di riprodursi, o ancora, minimizzando l’impatto sull’ambiente a favore della flora marina. In questo modo si offre l’opportunità a ciascun consumatore di avere una maggiore consapevolezza di quanto ogni singola scelta contribuisca a preservare la sostenibilità ambientale.

Findus Cisterna di Latina

Campi Findus – Cisterna di Latina

Ma non finisce qui, perché a partire da quest’anno Findus ha esteso il proprio impegno anche al vastissimo mondo dei vegetali – che insieme al pesce rappresenta la parte più cospicua dei volumi prodotti – aderendo alla SAI Platform, la principale iniziativa internazionale in materia di agricoltura sostenibile. Obiettivo principale è quello di verificare secondo lo standard FSA (Farm Sustainability Assessment) il 90% dei volumi totali di vegetali, tra cui i prodotti di punta, come il Minestrone, i Piselli e gli Spinaci. I principi che guidano l’iniziativa si traducono nella sapiente e meticolosa attività di esperti agronomi le cui scelte sono improntate all’uso responsabile delle risorse e all’ottimizzazione della qualità nutrizionale degli alimenti. Parlare di agricoltura sostenibile vuol dire, innanzitutto, adottare una politica di prevenzione, impegnandosi a ridurre al minimo l’utilizzo di combustibili fossili e di fertilizzanti, solo ove strettamente necessario. Certamente, ciò implica un monitoraggio costante sulle condizioni di colture e terreni sfruttando al massimo i benefici della rotazione varietale e dei sistemi di irrigazione a bassa pressione.

I passaggi successivi della filiera produttiva si svolgono all’interno dello stabilimento dove le verdure vengono surgelate dopo pochissime ore dalla raccolta, consentendo alle proprietà nutrizionali degli alimenti di conservarsi intatte anche dopo il processo di surgelazione. Quest’ultimo consiste nel portare le verdure in brevissimo tempo ad una temperatura inferiore ai -18° evitando il rischio della proliferazione di batteri e agenti patogeni. Discorso analogo per tipi di produzione più complesse come quelle dei famosissimi Sofficini o dei gustosi 4 Salti in Padella Findus, il cui processo richiama quello più strettamente domestico: si parte dallo studio e dal coinvolgimento dei consumatori nella creazione della ricetta perfetta sino ad arrivare al risultato finale attraverso numerosi test organolettici condotti da un team di personale selezionato per l’occasione.

23 ottobre 2018
Lascia un commento