Per chi soffre di malattie cardiovascolari, a breve, potrebbe arrivare una soluzione per aiutare a contrastare questa patologia. Si tratta di un integratore alimentare alquanto particolare visto che è a base di insetti. Dovevamo aspettarcelo: i ricercatori e gli scienziati, ormai da anni parlano delle elevate ed importanti proprietà nutrizionali contenute in questi strani animali e ora grazie ad una ricerca italiana sta per arrivare questa novità.

=> Scopri gli hamburger di insetti in vendita dal 2017 in Svizzera

Si tratta di un progetto intitolato “Gli insetti e la prevenzione delle malattie cardiovascolari-insect card” e parla proprio della creazione di un integratore che aiuta essenzialmente a prevenire le malattie cardiovascolari e, allo stesso tempo, aiuta l’ambiente.

=> Leggi perché gli insetti sono un’alternativa ecologica alla carne

Uno dei punti di forza non è solo che gli insetti hanno queste proprietà nutrizionali così importanti, ma anche che, contrariamente agli integratori in commercio di origine vegetale o animale, gli allevamenti di insetti non comportano inquinamento ambientale. Nessun uso di pesticidi, sarebbe un controsenso, zero spreco di acqua o accumulo di rifiuti organici. Gli insetti sono “eco-sostenibili”.

Da questi animali inoltre vengo estratti direttamente gli acidi grassi polinsaturi, omega 3 e peptidi che aiutano per l’ipertensione quindi; chi fa uso di questo integratore non dovrà mangiare gli insetti, ma semplicemente inghiottire una pillola che contiene tutti questi composti benefici al suo interno.

Tra tutti gli insetti quelli su cui si sono concentrati di più gli scienziati sono la Camola della farina e la Camola del miele: il tentativo è quello di estrarre la componente proteica contenuta nei due insetti e poi, da questo creare un integratore alimentare ad hoc.

Questo nuovo integratore si posizionerebbe poi in modo molto competitivo sul mercato visto che i costi di produzione sono bassissimi e il prezzo risulta così economico e conveniente. Insomma, dobbiamo solo prepararci piscologicamente.

21 febbraio 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento