Il curry è la miscela di spezie più amata in tutto il mondo, il mix originale è quello indiano impiegato in particolare nelle ricette e nell’alimentazione vegetariana. Possiede un alto valore nutritivo, ma anche un basso apporto calorico idoneo per la nostra salute. La miscela di spezie può variare da regione a regione, ma la ricetta base comprende pepe nero, cumino, coriandolo, cannella, curcuma, ma anche chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, fieno greco, peperoncino.

Curry e calorie

Il curry è un mix di spezie benefico, infatti contiene Vitamina A, B, D, E, K e molti sali minerali ottimi per una corretta alimentazione. Oltre ad avere un grande valore terapeutico per la salute possiede un interessante valore calorico, ad esempio 100 gr contengono 325 kilocalorie ovvero 60% di carboidrati (di cui 2% di zuccheri), 10% proteine e 30% grassi. Così composta la miscela risulta calorica, ma non fa ingrassare.

>>Scopri le ricette con il curry

Il quantitativo utilizzato solitamente è molto modesto, inoltre il curry è spesso impiegato nelle diete ipocaloriche. Utile condimento, grazie alla presenza del peperoncino e dello zenzero, aiuta a ridurre l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale e al contempo alza la temperatura corporea favorendo il consumo delle calorie. Invece la cannella rallenta la sensazione di fame, e se lo si utilizza al posto del sale favorisce la circolazione del sangue. Un vantaggio femminile, in particolare, perché si elimina la causa della ritenzione idrica e della cellulite cioè il sale.

La miscela indiana del curry trova largo uso nel campo delle diete e dei regimi alimentari ipocalorici, proprio per la sua capacità di nutrire senza far ingrassare. Come anticipato il curry può sostituire i condimenti soliti, inoltre possiede la capacità di scovare grassi e tossine riducendoli gradualmente. Grazie alle sue proprietà benefiche favorisce l’eliminazione delle scorie, aggredendo il meno possibile arterie e cuore ripulendo il corpo dal colesterolo.

>>Impara la ricetta della pasta con piselli e curry

Al contrario l’assunzione del curry due volte la settimana protegge cuore e cervello, oltre ad attuare un’azione antinfiammatoria e in particolare dimagrante. Il curry sazia velocemente e contrasta la fame nervosa, garantendo un giusto apporto calorico con una percentuale bassa di grassi. Vale quindi la pena scoprire il suo sapore intenso e il suo gusto deciso, così da rendere più interessanti piatti dietetici e privi di sapore.

4 luglio 2013
I vostri commenti
isa , lunedì 10 febbraio 2014 alle9:51 ha scritto: rispondi »

Ho trovato molto interessanti le vostre ricette dietetiche e sono interessata a ricevere ogni notizia, vi ringrazio per il servizio.

Lascia un commento