Curcuma rimedio naturale contro l’emicrania

La curcuma potrebbe essere considerata un rimedio efficace per alleviare l’emicrania? In tanti sono convinti del potere curativo di questa spezia di origine orientale, ma sempre più diffusa e utilizzata anche in Occidente.

La curcumina, il principio attivo più abbondante nella curcuma, avrebbe effetti antinfiammatori e si caratterizza per essere un potente antiossidante. Proprio per verificare l’aspetto terapeutico della curcuma contro il mal di testa, sempre più ricercatori si cimentano in studi appositi. Attualmente anche se in tanti esperti sono convinti delle proprietà antinfiammatorie della spezia e della sua capacità di prevenire i mal di testa martellanti, altri ritengono che dovrebbero essere fatti ulteriori studi per confermare tutto ciò.

=> Scopri perché la curcuma è ritenuta più efficace di paracetamolo e ibuprofene contro il dolore

Un recente studio ha rivelato che, per beneficiare degli effetti curativi della curcuma, ogni individuo dovrebbe consumare da 400 a 600 milligrammi di questa spezia ogni giorno, una quantità che corrisponde a circa tre cucchiaini da tè. Uno studio del 2017 portato avanti dagli esperti dell’Università del Minnesota ha dimostrato che gli effetti della curcumina sulla salute sono limitati, perché non è facilmente assorbita dall’organismo.

Un altro studio sempre del 2017 condotto dai ricercatori iraniani ha permesso di scoprire che una combinazione di acidi grassi omega 3 e di curcumina sarebbe in grado di ridurre l’infiammazione a livello cerebrale e il dolore.

=> Leggi quali sono i benefici della curcuma contro demenza e depressione

Molti esperti in tutto il mondo prescrivono curcuma o integratori a base di curcumina anche per la prevenzione dell’emicrania. Ma questa spezia non sarebbe utile soltanto contro il mal di testa. Uno studio del 2008 ha rivelato che la curcumina sarebbe in grado di contrastare anche il progressivo sviluppo dell’Alzheimer e migliorerebbe le funzioni cardiache.

Tuttavia è bene considerare anche gli effetti collaterali in cui si può incorrere se si assumono dosi eccessive di integratori. Alcune persone che sono predisposte possono sviluppare calcoli renali. Alcuni individui che hanno assunto dosi giornaliere di curcumina superiori a 1000 milligrammi hanno manifestato anche gonfiore, reflusso acido, diarrea e accumulo di gas nello stomaco. Altre persone che hanno assunto 8000 milligrammi di curcumina al giorno hanno avuto eruzioni cutanee. Inoltre dosi maggiori di 450 milligrammi al giorno sono associate allo sviluppo di nausea e mal di testa.

3 aprile 2018
Immagini:
Lascia un commento