Sola, abbandonata, acciambellata a bordo strada. È così che è stata trovata una piccola volpe di un solo mese di età, arrotolata per proteggersi dalle recenti piogge. Una segnalazione provvidenziale ha messo fine alla sua sofferenza e sul posto sono intervenute le guardie zoofile dell’Oipa di Viterbo. La piccola stazionava indifesa accanto a una strada di campagna, vicino al comune di Colle Farnese. Vista l’assenza della figura materna o di un piccolo branco di volpi, le guardie hanno dedotto purtroppo fosse orfana. La zona è piuttosto popolata da questi mammiferi, che vivono nell’area boschiva, ma che spesso rischiano la vita investiti dalle auto di passaggio. E forse questo è stato il destino della madre, probabilmente morta perché colpita accidentalmente da una vettura.

La piccola volpe, un maschietto giovanissimo, alla vista delle guardie non ha mostrato paura o timore alcuno. Anzi, una volta raccolto da terra si è acciambellato tra le braccia dei suoi angeli custodi, alla ricerca di calore e protezione. Probabilmente grato dell’opportunità di salvezza improvvisa, assaporando finalmente un po’ di sicurezza. Il cucciolo è stato condotto presso la sede dell’associazione dove è stato visitato, curato e protetto con antiparassitari. Dopo aver gustato un buon pasto, la volpe si è assopita serenamente, protetta dalla presenza dei suoi nuovi amici.

Ma le guardie dell’Oipa non sono le uniche che sono rimaste affascinate dal cucciolo, la volpe può contare sulla protezione da alcuni amici speciali. All’interno della sede dell’organizzazione vive un gruppo di cani che, alla vista del cucciolo, si sono subito prodigati per accoglierlo degnamente. La volpe è quindi stata letteralmente adottata dai quadrupedi che l’hanno fatta riposare all’interno della loro cuccia. Il cucciolo, senza più la guida materna, deve aver individuato nei cani le figure di nuovi potenziali genitori. Ma l’idillio durerà poco perché, appena avrà recuperato forze e coraggio, potrà tornare all’interno del suo habitat naturale e selvaggio.

23 giugno 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento