Hanno sentito dei lamenti simili al pianto di un bambino, per poi trovare un cucciolo d’elefante intrappolato sul fondo di un antico pozzo, impossibilitato a trovare una via d’uscita. È questo il resoconto dei residenti di un villaggio di Ramakuppam, in India, pronti in gruppo a portare il piccolo pachiderma in salvo. Il tutto documentato dall’occhio vigile di uno smartphone, per un filmato ormai diventato virale.

La vicenda è accaduta qualche giorno fa, quando un piccolo elefante è caduto in un pozzo profondo circa 8 metri. Non è ben dato sapere come l’animale si sia reso protagonista di questo incidente, ma le grida impaurite hanno attirato le attenzioni degli abitanti del villaggio, pronti a un lavoro congiunto per trarre in salvo l’esemplare. Con forza di volontà e pazienza, i volontari hanno creato un foro, una sorta di tunnel di piccole dimensioni, affinché l’elefante potesse raggiungere facilmente l’esterno del pozzo.

Le operazioni di recupero sono durate diverse ore e, stando alle testimonianze dei media locali, al termine del salvataggio i residenti del villaggio hanno organizzato una sentita celebrazione. Le autorità, intervenute prontamente sul posto, hanno però fatto sapere che al momento la madre del piccolo non può essere localizzata: saranno le stesse guardie, perciò, a occuparsi del cucciolo. L’animale non avrebbe subito ferite o traumi dalla caduta nel pozzo e si ritroverebbe ora in ottime condizioni di salute.

Secondo i residenti, non sarebbe la prima volta che simili incidenti coinvolgono persone e animali, poiché vi sarebbero diversi pozzi rimasti incustoditi, spesso a seguito di opere di costruzione.

L’impegno degli abitanti del villaggio in India è anche connesso alla grande importanza che l’elefante riveste nella religione hindu, dove il pachiderma è da sempre simbolo di saggezza nonché rappresentazione del dio Ganesh. Ogni anno, ad esempio, presso la città di Jaipur viene celebrato l’Elephant Festival, dove gli esemplari sono ricoperti di fiori e gioielli per una parata celebrativa.

25 agosto 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Via:
Immagini:
Lascia un commento