Ha colpito al cuore l’intera popolazione inglese la vicenda della cagnolina Freya, considerata la cucciola più sola e abbandonata del Regno Unito. Secondo lo staff del rifugio dove è stata accolta, la quadrupede, dall’aspetto di un Pit Bull, avrebbe catturato l’interesse di molti visitatori della struttura, grazie alla sua fisionomia ma anche alla giovane eta: solo sei mesi. Ma senza nessun risultato immediato e tangibile, tanto da ricevere più di 18.000 rifiuti e rinunce d’adozione. Una condizione che sconforterebbe anche l’animale più allegro e spensierato. Di lei si è interessato il programma Good Morning Britain, che ne ha divulgato con passione la storia.

La corrispondente Juliet Dunlop ha fatto visita al rifugio Freshfields Animal Rescue Centre di Liverpool, dove ha potuto confrontarsi con Dawn, un membro dello staff della struttura. Ma anche con la stessa Freya, protagonista del filmato. Secondo la testimonianza, la cagnolina avrebbe bisogno di una casa e di una famiglia amorevole, che possa seguirla in un percorso affettivo e di recupero. Freya ha l’epilessia ed ha vissuto i suoi primi mesi di vita da randagia, in balia delle difficoltà e delle convulsioni. Nonostante sia un animale socievole e molto amichevole, non ha ancora trovato la famiglia giusta.

Ciò che scoraggia i visitatori pare sia il suo animo un po’ turbolento e al contempo un po’ frastornato proprio dalle crisi epilettiche. Come sostiene lo stesso staff, avrebbe bisogno di un supporto concreto, di una famiglia che si dimostri attenta e paziente. Un aiuto costante che risponda positivamente alle sue necessità e che la possa guida in un percorso educativo quotidiano, ma anche medico fornendole giornalmente il farmaco di cui necessita. Con il filmato presente nel programma TV inglese sia il rifugio che l’inviata sperano Freya possa ricevere maggiore attenzione, così da realizzare il sogno di una casa adatta alle sue necessità.

26 maggio 2016
Fonte:
Lascia un commento