Samsung abbraccia la sempre più presente tendenza all’utilizzo della tecnologia da parte dei proprietari per i loro cani di affezione, creando una cuccia completamente Hi-Tech. Dai profili nei social network ai monitor casalinghi per le video-chiamate, fino ai distributori elettronici per la fornitura quotidiana di cibo, la tecnologia sta prendendo piede nella vita domestica di uomo e animale di affezione. Per questo la cuccia potrebbe rientrare nella vita domestica di molti amanti dei quattrozampe, rendendo il cane più indipendente e autonomo. L’articolo di forte impatto verrà presentato alla fiera Crufts che si terrà in questi giorni a Birgmingham, nel Regno Unito.

Progettata e costruita in sole sei settimane la cuccia tecnologica verrebbe immessa sul mercato al costo di 20.000 sterline: l’articolo ultramoderno sarebbe un perfetto mix di lavoro artigianale e tecnologia dotato di diversi confort ed elementi utili al benessere cane. Dal formato ovale con scheletro in legno, la struttura comprende una zona green con erba e un tapis roulant per contrastare il sovrappeso. Ma anche un comodo letto con cuscini e comodità, una mini piscina per idroterapia e un utilissimo distributore di cibo e acqua ovviamente automatico ed elettronico. All’interno anche un monitor e un rivestimento interattivo con carta da parati comprensiva di immagini di riferimento, utili ad implementare l’intelletto del cane.

La cuccia, che si chiamerà Samsung Dream Doghouse, potrebbe ottenere un buon riscontro e un valido interesse da parte dell’utenza. Infatti Samsung, che la presenta per la prima volta in assoluto, confida del perfetto mix garantito dal confort e dall’utilità del prodotto. Andy Griffiths, presidente Samsung Electronics Regno Unito e Irlanda, è certo che
Samsung Dream Doghouse asseconderà le necessità di proprietari e cani. La voglia di apparire sempre più interattivi e tecnologici, con un prodotto multitasking e di grande interesse, che combini perfettamente una proposta innovativa con servizi utili per il benessere del cane di casa.

6 marzo 2015
Fonte:
Lascia un commento