La crostata con le pesche sciroppate è un dolce di semplice realizzazione, adatto anche per le feste di compleanno dei bambini o da servire a fine cena per gli ospiti, per rendere la tavola più allegra e colorata. La crostata può essere preparata in tutte le stagioni, anche in versione monoporzione.

Le pesche sciroppate sono una conserva di largo impiego, sia in pasticceria che in casa. La caratteristica principale di queste pesche è la dolcezza: anche quando vengono ben scolate dallo sciroppo il gusto dolce prevale, pertanto è preferibile ridurre la quantità di zucchero nella pasta e eventualmente anche nella crema, in genere pasticcera, che si utilizza per coprire la base e su cui disporre le pesche. Il dolce resterà comunque controindicato a chi soffre di diabete e a chi segue una dieta ipocalorica a scopo dimagrante.

=> Scopri le proprietà delle pesche sciroppate


Vediamo come realizzare la crostata con le pesche sciroppate con una ricetta vegetariana e una vegana. Quest’ultima, senza uova e senza burro, può essere utile anche a coloro che sono intolleranti o allergici a uno o entrambi gli ingredienti o, ancora, che debbano – per motivi di salute e secondo indicazione medica – contenere fortemente l’apporto dietetico di colesterolo.

Crostata di pesche sciroppate

Ingredienti per uno stampo da 24 cm.

Per la pasta frolla:

  • 200 g di farina 00 o di farro;
  • 100 g di burro;
  • 1 uovo;
  • 70 g di zucchero;
  • 1 cucchiaino di lievito.

Per la crema pasticcera:

  • 500 ml di latte;
  • 30 g di farina;
  • 4 tuorli;
  • 70 g di zucchero
  • la scorza grattugiata di mezzo limone.

Per la decorazione 10 mezze pesche sciroppate ben scolate dallo sciroppo di conservazione.

=> Scopri la pasta frolla allo yogurt


Preparate la pasta frolla: disponete la farina sul piano lavoro formando la classica fontana, quindi unite il burro a pezzetti ammorbidito a temperatura ambiente e lo zucchero, l’uovo e il lievito. Incorporate tutti gli ingredienti e lavorate l’impasto fino a renderlo liscio e compatto. Formate una palla con l’impasto e fatelo riposare, avvolto da una pellicola, in frigorifero per almeno 30 minuti.

Preparate la crema pasticcera: fate scaldare il latte in un tegame, quindi spegnete il fuoco quando arriva a ebollizione, nel frattempo montate i tuorli con lo zucchero e unitevi la farina e la scorza grattugiata del limone. A questo punto portate il latte sul fuoco e unite lentamente il composto di tuorli. Mescolate sempre e portate nuovamente e ebollizione, fino a che la crema pasticcera avrà raggiunto una buona consistenza. Stendete poi la pasta frolla in uno stampo da crostata antiaderente e versatevi sopra la crema. Cuocete la base del dolce in forno caldo a 180° per circa 35 minuti.

Sfornate, fate raffreddare quindi disponete ordinatamente sulla superficie della crostata le pesche sciroppate, tagliando poi a spicchi. Fate raffreddare e conservate in frigorifero fino al momento di servirla.

Crostata di pesche sciroppate: la ricetta vegana

Ingredienti per uno stampo da 24 cm:

Per la pasta frolla:

  • 200 g di farina 00 o di farro;
  • 80 ml di olio di semi di mais;
  • 50 ml di acqua;
  • 70 g di zucchero;
  • 1 cucchiaino di lievito.

Per la crema pasticcera vegana:

  • 300 ml di latte di soia;
  • 15 g di farina;
  • 40 g di zucchero di canna;
  • 10 g di scorza di limone grattugiata.

Per la decorazione 10 mezze pesche sciroppate ben scolate dallo sciroppo di conservazione.

=> Scopri la crema pasticcera senza uova


Sciogliete lo zucchero nell’acqua, quindi unite l’olio e un cucchiaio alla volta la farina: la pasta può essere realizzata a mano o anche con l’aiuto di una planetaria. Raccogliete l’impasto, avvolgetelo nella pellicola antiaderente e fatelo riposare in frigorifero per circa 2 ore. Riprendete la pasta e stendetela su una teglia antiaderente del diametro di 24 cm. Preparate, a questo punto, la crema pasticcera vegana: versate in un tegamino lo zucchero e la farina e unite la scorza grattugiata di limone. Amalgamate bene, poi unite poco alla volta il latte di soia tiepido. Continuate a mescolare facendo attenzione a evitare la formazione di grumi. Portate sul fuoco e, mescolando, fate cuocere finché la crema sarà addensata. Disponete la crema sulla superficie della crostata quindi cuocete in forno caldo a 180°C per circa 35 minuti. Sfornate, fate raffreddare quindi disponete ordinatamente sulla superficie della crostata le pesche sciroppate e tagliate a spicchi. Fate raffreddare quindi conservate in frigorifero fino al momento di servirla.

6 aprile 2017
Lascia un commento