L’atmosfera delle feste è sempre più viva e dinamica, la corsa ai regali sempre più intensa e caotica. Non mancano i preparativi per il momento più atteso dell’anno, in cui amici e parenti si raduneranno intorno alla tavola festeggiando il Natale con cibi e prelibatezze. Attimi di felicità per assecondare la golosità e la voglia di gustare piatti importanti, magari tipici della zona di appartenenza o delle festività stesse. Dagli antipasti al dolce, un tripudio di bontà ma anche di calorie: per questo c’è chi preferisce un menù ricco ma contemporaneamente sano e forse anche più light oppure vegetariano.

Le proposte possono essere tante e tutte interessanti, adatte per ogni richiesta e palato. Da quelli che prediligono proteine di tipo animali a chi chi invece sposa i benefici di un’alimentazione vegetariana o vegana. Le alternative e gli spunti per una tavola di Natale ricca possono essere tante e tutte importanti, da poter realizzare con semplicità così da permettere un approccio culinario facile e immediato anche a chi ha poca dimestichezza con i fornelli. Per questo le crespelle con verdure potrebbero trasformarsi in un piatto di assaggi o antipasti molto interessante e gradito. Si preparano velocemente e possono abbracciare ogni richiesta, magari utilizzando verdure di stagione e ricche di nutrimento.

Crespelle di verdure golose

Le crespelle sono sfoglie sottilissime che possono assecondare il gusto dolce oppure quello salato, morbide e soffici sono adatte per tutti sia grandi che piccini. Si possono preparare seguendo la ricetta classica, che vuole la presenza della farina bianca con le uova, ma anche trasformare in un piatto più leggero grazie all’utilizzo di farine alternative. Fino alle varianti vegan senza formaggio, uova e farina bianca grazie all’aggiunta di ingredienti alternativi, ma non per questo privi di gusto. La ricetta classica è la più facile da preparare anche con qualche piccola modifica, per un piatto meno pesante e più gustoso.

Ingredienti:

  • 250 ml latte;
  • 125 grammi di farina;
  • 2 uova;
  • un pizzico di sale;
  • una noce di margarina vegan oppure olio d’oliva;
  • 1 zucchina;
  • mezzo broccolo;
  • mezza cipolla;
  • mezzo sedano rapa;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 50 grammi di ricotta;
  • 200 grammi di scamorza;
  • formaggio grattugiato;
  • sale, pepe, noce moscata q.b.

Preparate le verdure tagliandole a dadini dopo averle lavate e sbucciate, lasciatele ammorbidire in padella con l’olio d’oliva e l’aglio. A parte preparate il composto per le crespelle versando la farina in una ciotola capiente, aggiungete gradualmente il latte e le uova mescolando il tutto con la frusta così da ottenere una crema morbida ma non troppo liquida. Per eliminare eventuali grumi utilizzate lo sbattitore elettrico, lasciate riposare il tutto coperto in frigorifero per almeno 30 minuti. Dopo aver eliminato l’aglio, versate in una ciotola e tritate le verdure o frullatele grossolanamente, mescolate con la ricotta e la scamorza tagliata a cubetti piccoli. Ripassate il tutto velocemente in padella per ammorbidire il formaggio, spolverando con poco sale, un pizzico di pepe e una punta di noce moscata. Spennellate una padella con olio d’oliva, scaldate a fuoco lento e versate un mestolo di pastella. Lasciate cuocere velocemente da un lato quindi salate e, con una spatola o la pinza, girate e proseguite sull’altro lato. Appoggiate la crespella tondeggiante sopra un tagliere (o piatto), farcitela stendendo le verdure sulla superficie e arrotolatela o ripiegate a metà. Oppure versate tutto al centro, richiedendo la crespella a fagottino che fisserete con un doppio giro di erba cipollina o cordino per alimenti. Potete preparare una pirofila così composta, irrorarla con poco olio e scaldare velocemente in forno prima di servire il tutto in tavola.

Variante vegan

Se la preferenza cade sull’alimentazione vegan, è possibile creare la crespella utilizzando farine alternative come quella di ceci, riso, kamut, integrale e segale. Si amalgama il tutto con acqua o latte di soia, insaporendo l’impasto con le spezie come ad esempio curcuma, pepe, paprika, curry. La procedura è la stessa, si può variare la tipologia di verdure per la farcitura creando combinazioni sempre differenti.

25 dicembre 2015
Lascia un commento