La crema pasticcera è una delle preparazioni base più note della pasticceria tradizionale. La ricetta prevede l’impiego di pochi ingredienti: solo uova, zucchero, latte e farina. Tuttavia la buona realizzazione prevede un certo tempo e una buona manualità, per evitare la formazione di grumi.

La crema pasticcera è già di per sé un dolce al cucchiaio e, non di rado, così viene servita, magari con una spolverata di cacao amaro, ma è anche una delle più impiegate guarnizioni e farciture.

Vediamo come si prepara la crema pasticcera con la ricetta classica e due delle sue più comuni varianti: la crema diplomatica e la crema al limone inglese.

La crema pasticcera: la ricetta classica

Ingredienti per 500 ml di crema pasticcera:

  • 30 g di farina;
  • 2 tuorli d’uovo;
  • 80 g di zucchero bianco;
  • 500 ml di latte;
  • 10 g di scorza di limone grattugiata.

=> Scopri le proprietà del tuorlo

 

In un tegame antiaderente con i bordi alti lavorate i tuorli d’uovo con lo zucchero, quindi unite poco alla volta la farina e infine, dopo averla ben amalgamata, unite poco alla volta il latte bollente in cui avrete aggiunto la scorza di limone grattugiata. Mettete sul fuoco e continuando a mescolare, portate a ebollizione quindi fate sobbollire per 3-4 minuti. La crema pronta può essere servita calda, a temperatura ambiente oppure impiegata per guarnire e farcire dolci o bignè. La crema pasticcera, in caso venga lasciata raffreddare a temperatura ambiente, deve essere coperta con un foglio di pellicola da cucina per evitare che si formi uno strato più compatto sulla sua superficie.

Crema diplomatica: una variante della crema pasticcera

La crema diplomatica è una preparazione che si ottiene dall’unione della crema pasticcera con la crema chantilly, tipica della pasticceria francese. Di solito, per la preparazione della diplomatica si impiegano 2/3 di crema pasticcera, realizzata con la ricetta classica, e un terzo di crema chantilly.

=> Scopri le ricette con la vaniglia

 

Quest’ultima si ottiene dalla lavorazione della panna fresca con lo zucchero a velo e una bacca di vaniglia. Secondo la ricetta originale, la panna fresca con la bacca di vaniglia deve essere fatta riposare tutta la notta, in un recipiente chiuso. La mattina dopo, la panna aromatizzata alla vaniglia deve essere filtrata, montata e quindi addolcita con lo zucchero a velo. Questa crema va quindi mescolata con la pasticcera per la realizzazione della crema diplomatica.

La crema al limone

La crema al limone, detta anche lemon curd, è una ricetta di origine inglese che si impiega soprattutto come dessert. La preparazione è davvero simile a quella della nostra crema pasticcera: è infatti a base di tuorli d’uovo sbattuti, zucchero, succo di limone e scorze di agrumi grattugiate.

Ingredienti per 300 ml di crema al limone:

  • il succo e la scorza di 4 limoni non trattati;
  • 180 g di zucchero bianco;
  • 3 uova intere;
  • 90 g di burro freddo.

Raccogliete in una ciotola lo zucchero semolato, il succo di limone filtrato, la scorza grattugiata di limone, il burro freddo tagliato a cubetti e le uova. Sbattete con una frusta, a mano o anche elettrica, e fate cuocere a bagnomaria mescolando di continuo per 10 minuti circa a fuoco moderato.

Continuate fino a che la crema sarà addensata. La crema non deve bollire. Servite la crema calda o, come nel caso della crema pasticcera, fate raffreddare coperta da una pellicola e impiegate per farcire dolci o bignè.

Riepilogo
Nome
Crema Pasticcera
Pubblicata il
Tempo di Preparazione
Cottura
Tempo

20 dicembre 2016
Lascia un commento