Şebnem Ilhan, una donna turca di Tekirdağ, è balzata agli onori della cronaca per il suo altruismo nei confronti dei gatti randagi. La voglia di aiutare i trovatelli, costretti a una vita allo sbaraglio, ha spinto la donna a creare un punto di contatto tra loro e la sua casa. In un modo semplice e naturale: costruendo una scala in metallo per permettergli di raggiungere la sua abitazione. La struttura, basica ma resistente, è fissata alle grate della sua finestra e consente ai felini di salire fino alla casa di Sebnem, per godere di un po’ di cibo caldo e di un posto protetto.

La donna, che lavora come dentista, ha voluto tendere una mano ai tanti randagi del quartiere. In particolare offrendo loro riparo durante l’ultimo inverno, che si è dimostrato terribilmente rigido e freddo. Il gesto spontaneo ha incontrato il consenso e il sostegno del vicinato, che ha apprezzato l’altruismo della donna e l’empatia dimostrata. Per rendere più simpatica la scaletta, Sebnem ha deciso di adornarla con vasetti di fiori colorati, allineandola allo stile del palazzo. Ma questo è solo uno dei tanti modi in cui dimostra il suo interesse nei confronti dei randagi, perché solitamente è molto attiva come volontaria di zona. Si occupa di sfamare cani e gatti e, se possibile, di trovare loro una casa.

=> Scopri il villaggio dei gatti in Turchia


Ma è tutto il territorio turco a vantare una grande e lunga tradizione di accoglienza nei confronti degli animali abbandonati, in particolare i numerosi branchi che animano le città. Gli esemplari a piede libero ricevono cibo e cure dai vari comuni, in tandem con i cittadini, risultando tutti registrati, vaccinati, sterilizzati e sfamati. Durante l’ultimo inverno con temperature rigidissime, la solidarietà è stata il filo conduttore che ha unito tutta la nazione, che si è prodigata nel creare ripari, fornire coperte e accogliere i randagi durante i momenti più freddi.

1 marzo 2017
Fonte:
Lascia un commento