Il cous cous – detto anche kuskusu, kiskisu, kisksu, cascà – è un alimento originario del’Africa, in particolare dei Paesi dell’area Occidentale. Le sue origini sono lontane nel tempo: le ricerche storiche nell’ambito della gastronomia ritengono si tratti di una preparazione a base di grano realizzata per la prima volta dai Berberi. Questo popolo di pastori aveva a disposizione un unico cereale, il grano appunto, i cui chicchi venivano frantumati, setacciati e lavorati a mano prima di farli essiccare.

Nel tempo, la lavorazione della semola da cui ottenere il cous cous si è affinata: prima viene inumidita con acqua, quindi lavorata attentamente a mano eseguendo precisi e regolari movimenti circolari per favorire la formazione dei chicchi delle dimensioni desiderate.

Oggi per la preparazione del cous cous non si impiega più solo la semola di grano duro, ma spesso anche di altri cereali come ad esempio orzo, miglio, sorgo, riso o mais. Il cous cous è anche l’ingrediente principale di una ricetta tipica siciliana: il cous cous alla trapanese, riccamente condito con il pesce.

Oggi è molto comune impiegare il cous cous come sostituto della pasta, con la quale condivide ovviamente anche le caratteristiche nutrizionali, oppure per la preparazione di piatti veloci.

Vediamo come impiegare servire il cous cous vegetariano: la preparazione, la ricetta per realizzare un primo e la variante per farlo diventare un piatto unico.

Ingredienti del Cous Cous Vegetariano

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di cous cous;
  • 1 peperone rosso senza semi e tagliato a dadini;
  • 1 peperone giallo senza semi e tagliato a dadini;
  • 1 melanzana grande, tagliata a dadini;
  • 450 g di pomodorini rossi tagliati a metà;
  • 120 g di fagiolini tagliati a metà e già lessati;
  • 100 g di pisellini primavera già lessati;
  • 40 g di scalogno sminuzzato;
  • zafferano in polvere;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva.

Preaprazione del Cous Cous Vegetariano

Il cous cous si acquista già precotto e si prepara “per assorbimento”: i grani si gonfiano assorbendo l’acqua o, eventualmente, un brodo vegetale. La proporzione corretta da utilizzare per ottenere un buon risultato è quella di una parte d’acqua per una di grano. Una volta che avrete fatto rigonfiare il cous cous, unite un cucchiaio di olio extravergine di oliva e sgranatelo con l’aiuto di una forchetta. Il cous cous rigonfiato e sgranato è pronto per essere condito.

Per il condimento: mettete due cucchiai di olio in una padella antiaderente tipo wok, quindi fate imbiondire lo scalogno sminuzzato, quindi unite peperoni e melanzana e fate soffriggere per 5 minuti mescolando quasi di continuo. Unite tutto il resto delle verdure e fate cuocere a fiamma vivace per 15 minuti circa mescolando spesso.

A cottura ultimata unite il cous cous, il restante cucchiaio di olio extravergine di olia e lo zafferano. Mescolate bene e servite caldo.

Una porzione di questa ricetta rappresenta, dal punto di vista nutrizionale, un primo piatto: è una fonte prevalentemente di carboidrati e fibra alimentare. Fagiolini e piselli sono legumi ma, in merito al contenuto di macro nutrienti, sono più simili ai vegetali e di conseguenza contengono una quantità di proteine piuttosto limitata.

Questa ricetta del cous cous vegetariano potrebbe diventare un piatto unico: basterà aggiungere 200 g, ossia 50 g per ogni persona, di tofu. Quest’ultimo è un derivato della soia, ricco di proteine.

Riepilogo
Nome
Cous Cous Vegetariano
Pubblicata il
Tempo di Preparazione
Cottura
Tempo

5 ottobre 2016
Lascia un commento