Costumi di Carnevale per Bambini: 3 idee green

Il Carnevale rappresenta un periodo dell’anno molto atteso dai più piccoli, impazienti di indossare i panni di personaggi delle fiabe e dei supereroi, ma anche di dare sfogo alla loro fantasia immaginando maschere e travestimenti originali e stravaganti.

Realizzare vestiti di carnevale home-made, utilizzando materiali riciclati e partendo da idee green, permette non solo di evitare una spesa eccessiva ma anche di andare incontro alle richieste dei più piccoli rispettando l’ambiente.

=> Scopri le date di Carnevale 2018


Tra i materiali che possono essere reperiti e utilizzati con maggiore facilità per creare abiti fai da te compaiono vecchi giornali, scatole di cartone, abiti in disuso, scampoli di stoffa e piccoli accessori presenti pressoché in tutte le case e pronti per essere riciclati. Ecco alcune idee adatte a preparare travestimenti creativi adatti ai bambini e alle bambine.

Costumi di carta e cartone

Stelle filanti

Il cartone è sempre una risorsa per disegnare e ritagliare simpatiche mascherine per gli occhi, ma può anche servire per dare vita a travestimenti più complessi:

  • Cavaliere: le pareti di un vecchio scatolone, ad esempio, possono essere usate per sagomare la forma di uno scudo ricavando più elementi da sovrapporre e incollare ottenendo un effetto tridimensionale molto realistico. Sempre dal cartone si può ricavare una spada completa di impugnatura e – sfruttando del cartone ondulato – un elmo adatto alle dimensioni della testa del bambino ritagliando le fessure per gli occhi.
  • Emoji: sfruttando uno dei trend più attuali è possibile realizzare un travestimento da emoji, disegnando su due fogli di cartone colorato di giallo altrettante immagini di simpatiche “faccine” sufficientemente grandi da coprire il busto del bambino. Una volta ritagliate, le due sagome possono essere unite tra loro con due bretelline in modo da predisporre lo spazio per infilare la testa.

Vestito di carnevale da Puffo

Non c’è miglior modo per creare vestiti di carnevale low cost che sfruttare vecchi scampoli di stoffa e abiti che non si indossano più, aiutandosi con ago e filo oppure con della comune colla a caldo. Il travestimento da Puffo, ad esempio, è un evergreen e va incontro ai gusti dei bambini ormai da numerose generazioni.

=> Scopri le maschere fai da te con il feltro


Per la versione maschile di questo costume occorrono una maglia azzurra e dei pantaloni bianchi su cui incollare una “coda” realizzata creando un pon-pon, usando tanti fili di lana di colore azzurro. Per vestire i panni di Puffetta, invece, occorrono una maglia e un pantalone azzurro e una lunga canotta bianca da indossare sopra: è sufficiente ricavarla ritagliando la sagoma da un vecchio lenzuolo avendo cura di ritagliare il bordo inferiore, creando morbide onde. Il tipico cappello da puffo, infine, si prepara usando della stoffa in pile ritagliata a forma di cono, da ripiegare poi in avanti.

Costume da Batman e Batgirl

Face painting

Anche per creare il costume del supereroe Batman e della versione femminile, Batgirl, non occorrono particolari cure, basta procurarsi dei pantaloni neri e una maglia nera per la variante maschile, leggings neri e un abito corto dello stesso colore per le bambine. Un telo nero può essere usato per creare il mantello, mentre il simbolo da applicare sul petto può essere ricavato da due strati di feltro rispettivamente giallo e nero, un materiale morbido e facilmente ritagliabile che può essere anche usato per creare la cintura. Per quanto riguarda la maschera da usare sul viso, infine, una soluzione semplice e veloce prevede l’uso di colori per la pelle atossici ed ecologici.

22 gennaio 2018
Immagini:
Lascia un commento