Costruire una piscina fai da te, interrata o fuori terra

Può essere davvero divertente costruire una piscina fai da te, per averla a disposizione per tutto il periodo estivo. In molti pensano che costruire una piscina fai da te potrebbe essere una soluzione molto utile anche per risparmiare. Tuttavia bisogna ricordare che, anche se realizzare un’opera di questo tipo è possibile, non si deve trascurare di considerare alcuni fattori importanti e le eventuali difficoltà in cui si può incorrere.

Le difficoltà dipendono soprattutto dal tipo di piscina fai da te che vogliamo realizzare. Se scegliamo una piscina fuori terra possiamo trovare in commercio diverse componenti che ci possono essere utili. Basta assemblarle, anche se non siamo degli esperti.

=> Leggi di più sulle bombe da bagno profumate fai da te

Per quanto riguarda invece la piscina interrata il discorso è molto più complesso, anche perché occorre possedere buone doti di manualità e conoscenze di progettazione strutturale.

Luogo piscina fai da te


Come scegliere il luogo

Innanzitutto provvediamo a scegliere il luogo più adatto in cui possiamo realizzare la nostra piscina. Non è un fattore secondario, anche perché per scegliere il luogo più adeguato dobbiamo esaminare tanti elementi. Sarebbe opportuno utilizzare un terreno solido, non interessato da problemi di smottamento.

Il luogo ideale è quello esposto al sole e lontano dagli alberi. Questi ultimi con le loro radici possono creare problemi nello scavo. Inoltre perdono le foglie e i semi e si incorrerebbe in dei problemi di acqua sporca. Il luogo per la piscina deve essere anche riparato dal vento ed è importante che ci siano nelle vicinanze le disponibilità per attaccare acqua ed elettricità.

Progetto piscina fai da te


Come fare il progetto per una piscina fai da te

Per preparare il progetto più giusto è essenziale preparare un disegno della piscina, che però sia estremamente contestualizzato al luogo in cui essa andrà installata. Nel disegno completiamo anche tutto il percorso dei tubi e dei cavi elettrici, che devono collegare la piscina al locale tecnico. Nel locale tecnico vanno posizionati la mandata del carico dell’acqua, lo scarico per le fogne, il sistema di filtraggio, la pompa e il quadro elettrico.

=> Scopri come realizzare lo spray abbronzante naturale fai da te

Procediamo poi a spianare o a livellare il terreno in cui installare la piscina, prepariamo la soletta su cui poggiare l’opera realizzata, avendo cura che le sue dimensioni superino di almeno un metro per ogni lato quelle della piscina.

Nel caso di una piscina interrata va effettuato lo scavo, va livellato il terreno, va cosparso di calcestruzzo e infine si lascia asciugare. Teniamo conto anche della presenza del pozzetto di scarico. Infine procediamo con la disposizione e con la posa delle tubature che servono a far funzionare anche l’impianto di depurazione. A questo punto è possibile provvedere alle operazioni di posa della vasca, che possono variare a seconda della tipologia di piscina scelta.

È molto importante anche impermeabilizzare la piscina, stendendo sulla sua superficie interna una resina apposita, oppure ottenere lo stesso effetto impermeabilizzante posizionando un telo in PVC o in plastica, che deve essere sagomato sulla forma della vasca e riposto all’interno della piscina.

Tipologie piscina fai da te


Le tipologie di piscina fai da te

Per le piscine fuori terra possiamo citare diverse tipologie. In particolare esse si distinguono in tre categorie. La prima è costituita dalle piscine autoportanti, che sono in PVC e hanno delle pareti e un bordo superiore gonfiabili. Sono economiche e possono essere installate molto facilmente.

Poi ci sono le piscine frame. Anch’esse sono in PVC, ma per essere sostenute richiedono la presenza di una struttura in paletti di acciaio. Infine possiamo ricordare, sempre per le piscine fuori terra, quelle rigide, composte da una vasca che può essere in differenti materiali, come acciaio, legno o resine.

Per quanto riguarda le piscine interrate ci sono quelle in cemento, che sono durature, costose e richiedono anche tempi di realizzazione lunghi. Sono costruite con gettate di cemento. Le piscine in acciaio invece si realizzano montando un kit appositamente preparato e composto da pannelli di acciaio zincato o acciaio inox.

Infine possiamo ricordare le piscine in vetroresina, che fra le piscine interrate sono quelle più economiche e si realizzano interrando una vasca in vetroresina già appositamente realizzata in fabbrica.

26 agosto 2018
Lascia un commento