Un nuovo marchio italiano di qualità per certificare i cosmetici ecologici. A presentare la proposta di legge sulla sostenibilità dei prodotti di bellezza venduti nel nostro Paese è stato Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera.

Secondo quanto affermato da Realacci sarà necessario per tutti i cosmetici venduti dotarsi di un “dossier ecologico” che renda nota non soltanto la composizione, ma anche alcuni altro fattori di rilievo per quanto riguarda l’impatto sulla’ambiente:

Il progetto di legge istituisce un marchio italiano di qualità ecologica dei cosmetici e prescrive che ogni prodotto abbia un ‘dossier ecologico’ in cui sia specificata la composizione e la quantità di sostanze non biodegradabili o che possano avere impatto su acqua e ambiente e il tipo di imballaggio. Sono inoltre indicate le sostanze dannose per la salute o l’ambiente che non possono essere presenti in un prodotto per poter ottenere la certificazione ecologica.

L’iter di legge per la certificazione riguardante la cosmesi sostenibile è già stato avviato, come conferma lo stesso Realacci, con la proposta “incardinata oggi alle Commissioni riunite Ambiente e Attività Produttive della Camera”. La proposta legislativa è stata presentata, spiega il presidente della Commissione Ambiente, con il titolo di: ‘Disposizioni concernenti la certificazione ecologica dei prodotti cosmetici’ (AC 106), relatori Nardi (Pd) e Mucci (M5S).

Una proposta di legge quella sulla cosmesi sostenibile, frutto anche della collaborazione con l’organizzazione no profit Skineco (Associazione Internazionale di Dermatologia Ecologica). Il documento finale andrà a coprire una lacuna normativa, conclude Realacci, che al momento costa caro all’ambiente:

Si tratta di una proposta che va in direzione di una maggiore tutela dell’ambiente e della salute, mette l’Italia all’avanguardia in Europa e mira anche a rafforzare una filiera virtuosa, che puntando su ricerca e innovazione potrebbe diventare uno dei nuovi campi di azione della green economy e della chimica verde.

16 gennaio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento