L’estate non è solo il periodo del divertimento, ma anche quello degli abbandoni. Sono ancora moltissimi gli italiani senza scrupoli che, pur di vivere una vacanza senza seccature, decidono di sbarazzarsi del caro amico Fido. Ma cosa fare qualora si trovasse un cucciolo abbandonato? A questa domanda risponde AIDAA.

Sono 10 le regole da seguire per gestire un cane abbandonato. Un decalogo che deve essere seguito alla lettera, per non imbattersi in errori grossolani o, peggio, far der male all’animale. Eccole di seguito:

  1. Assicurarsi che il cane sia davvero stato abbandonato e non, semplicemente, un cucciolo in esplorazione del suo quartiere. I cani abbandonati sono spaventati, tremolanti, camminano disorientati;
  2. Interagire con il cane senza movimenti bruschi, sbarrando la strada con l’automobile o cercando di catturarlo;
  3. Non rincorrere mai il cane, potrebbe scappare a zig zag per la strada e provocare incidenti stradali;
  4. In caso fosse il cane stesso ad avvicinarsi, non bisogna cercare di toccarlo o compiere movimenti bruschi. Si può provare, dando le spalle al cane, ad accovacciarsi portando così del cibo a terra, per poi rialzarsi lentamente senza spaventarlo;
  5. In caso si fosse incerti su come agire, chiamare la polizia stradale, i vigili del fuoco o i pompieri, magari premurandosi di contattare anche un veterinario;
  6. Una volta trasportato in canile, chiedere che sia accertata la presenza del microchip, così che si possa risalire all’eventuale proprietario;
  7. Qualora si fosse testimoni di un abbandono stradale, bisogna memorizzare immediatamente la targa del veicolo e allertare le istituzioni competenti. Basta anche chiamare AIDAA al numero 3478883546 oppure inviare un SMS al 3403848654;
  8. Se il cucciolo – sia esso di cane o gatto – fosse vagante e senza possibilità di avvicinamento, è buona norma contattare le associazioni per cani e gatti locali, che si preoccuperanno di accudirlo in rifugio;
  9. Qualora si investisse per sbaglio un animale, o si trovasse un esemplare ferito, si può contattare il 118 chiedendo di essere messi in contatto con la sezione veterinaria.
  10. Agire sempre con estrema pazienza: gli animali abbandonati sono ovviamente diffidenti nei confronti dell’uomo.

16 luglio 2012
Lascia un commento