Correre aiuta a vivere più a lungo ed è più salutare anche della bici o del nuoto. Questo è quanto indicato dai ricercatori della Iowa State University, negli USA, secondo cui i benefici per la salute derivanti da questa pratica sportiva si tradurrebbero nella media dei casi in tre anni di vita in più rispetto ai non amanti della corsa.

=> Scopri perché correre fa bene alla mente

Lo studio sulla corsa è stato avviato dal Prof. Duck-chul Lee e dal suo gruppo in risposta ai diversi interrogativi scatenati in seguito alla pubblicazione di una precedente ricerca, al termine della quale avevano sostenuto che fosse sufficiente correre per 5 minuti ogni giorno per incrementare l’aspettativa di vita.

=> Correre: leggi quali sono i benefici per il cervello

Sono stati quindi riesaminati i dati precedenti e affiancati a ulteriori informazioni provenienti da ricerche operate su larga scala. Ne sarebbe emersa la possibilità di ridurre, attraverso la corsa, il rischio di morte prematura del 40%. Se chi non correva avesse iniziato a farlo, spiegano poi i ricercatori, si sarebbe potuto evitare il 16% delle morti e il 25% degli infarti letali tra coloro che non praticavano tale attività fisica.

Tuttavia viene sottolineato come tale associazione, ovvero quello che la corsa aumenti l’aspettativa di vita, da parte dei ricercatori risenta della metodologia di ricerca applicata e possa quindi a tutti gli effetti dimostrare soltanto che chi corre tenda a vivere più a lungo, ma non che ciò sia inequivocabilmente connesso alla corsa e non semplicemente a un più sano stile di vita (solitamente riscontrato in chi corre).

17 aprile 2017
Lascia un commento