Corrado Guzzanti e lo spot satira sul referendum

Lo scopo è sicuramente pubblicitario ma rende davvero bene l’idea sulla disinformazione che ha circondato il referendum del 12 e 13 giugno sulle principali reti televisive, soprattutto RAI e Mediaset. Stiamo parlando di un simpatico video in anteprima che il comico Corrado Guzzanti mostrerà su SkyUno, un’anteprima del suo programma Aniene in onda questa sera sullla TV satellitare.

La scena è abbastanza semplice e ricorda (secondo voi, casualmente?) molto da vicino i pochi spot televisivi dedicati al referendum 2011. Una voce fuori campo “spiega” i quesiti e le modalità di voto mentre un’avvenente signorina ripete il tutto con la Lingua Italiana dei Segni (LIS).

Ascoltando la prima frase si capisce subito il tono satirico dello spot:

Il 12 e 13 giugno alcune persone stravaganti si vorranno recare alle urne per abolire delle norme che, spostando due virgole, verranno riproposte pari pari da questo governo. Ammesso che raggiungano il quorum, è bene ricordare che difficilmente il loro voto verrà preso sul serio.

Che dire? Gustatevi un fantastico esempio di satira che farà sicuramente sorridere non solo tutti coloro che hanno criticato la scarsa pubblicità sui referendum ma anche tutti i cittadini che, nonostante tutto, hanno deciso di recarsi a votare.

10 giugno 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento