Per una scimmia indiana si prospetta un futuro davvero sereno, almeno dal punto di vista economico. Una coppia di Uttar Pradesh, nel nord della nazione, avrebbe infatti annunciato di voler lasciare in eredità una somma davvero cospicua per l’accudimento di un primate domestico.

Chunman, questo il nome del macaco, vive da circa 10 anni con la coppia. Gli attuali proprietari avrebbero deciso di prendersene cura sin dai primissimi mesi di vita, quando l’animale è rimasto orfano e impossibilitato a sopravvivere con le sue forze. Il primate, probabilmente cresciuto sempre in cattività e quindi di difficile reinserimento in natura, sarebbe stato allevato dalla coppia con un figlio. Così l’idea, date anche le elevate possibilità economiche, di lasciare in eredità una somma cospicua affinché l’esemplare possa essere coccolato e accudito nel migliore dei modi anche dopo la scomparsa dei proprietari.

Brajesh e Shabista Srivastava, questo il nome dei coniugi benestanti, hanno voluto rilasciare una dichiarazione alla stampa locale, anche per rispondere alle critiche ricevute. L’intervento è stato quindi ripreso da BBC:

Le persone potrebbero dire siamo pazzi, ci potrebbero anche ridicolizzare. Ma sappiamo quanto importante Chunmun sia per noi. Non abbiamo figli e per noi Chunmun è come un figlio. Ci vogliamo assicurare che, anche quando non saremo in vita, l’esistenza di Chunman non ne rimanga affetta, affinché continui a vivere così come ora.

Stando a quanto riportato dalle fonti estere, il macaco può contare su una stanza ricca di passatempi, completa di aria condizionata per l’estate e termosifoni per l’inverno. Inoltre a fargli compagnia vi sarebbe Bitti, un’altra scimmia scelta per garantire una buona socializzazione. L’esemplare sarebbe particolarmente goloso di cibo cinese, ma soprattutto di succo di mango. Qualora il primate dovesse scomparire prima della coppia, i coniugi pare siano pronti a destinare i loro averi alle organizzazioni per la salvaguardia delle scimmie in India.

20 febbraio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
BBC
Via:
Lascia un commento