Come preannunciato dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso del semestre italiano di presidenza UE, l’Italia ha intenzione di svolgere un ruolo determinante nella lotta globale ai cambiamenti climatici. A confermarlo è il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, intervenuto nei giorni scorsi a un convegno promosso al Parco delle Cascine di Firenze.

Visitando Flora Firenze, insieme al ministro dell’Ambiente e dell’Ecologia francese Marie-Ségolène Royal, Galletti ha annunciato una pre-conferenza per il clima in Italia in vista della COP21, in programma a Parigi il 7 e l’8 dicembre prossimo.

Galletti ha spiegato che la proposta di una conferenza preliminare, che ponga le basi per un accordo climatico globale da siglare a Parigi, ha incontrato il favore della Francia:

La Francia ha aderito alla nostra richiesta di svolgere in Italia una pre-cop.

Galletti ha poi ricordato ancora una volta che l’Italia intende rivestire un ruolo di primo piano nel raggiungimento di un accordo contro il riscaldamento globale:

Questa intesa consolida i buoni rapporti fra Francia e Italia e consolida il ruolo del nostro Paese, a livello mondiale, nella lotta ai cambiamenti climatici.

Galletti ha sottolineato l’importanza della COP21, illustrandone i principali obiettivi:

La conferenza sul clima a Parigi COP21 deve essere un evento storico, e il futuro del pianeta dipende molto da quell’accordo. Più l’accordo sarà virtuoso e performante e più saremo in grado di darci e rispettare l’impegno di ridurre di due gradi il surriscaldamento del pianeta.

Per quanto riguarda la città che ospiterà la pre-conferenza per il clima, Galletti anticipa che potrebbe trattarsi proprio di Firenze, città che sta molto a cuore a Renzi:

Giustamente il sindaco Dario Nardella ha avanzato la candidatura di Firenze per la precop, io ora non sono in grado di definirlo, lui lo chiede con forza, ma la sede sarà decisa in Consiglio dei Ministri. D’altra parte, un po’ di sponsor c’è.

La messa a punto di un accordo preliminare in vista della COP21 era uno dei tre punti individuati dall’Italia per offrire il suo contributo alla lotta contro i cambiamenti climatici. Le altre due proposte, formulate dal panel di esperti chiamato dal Governo a ideare soluzioni sostenibili per salvare il clima, sono la messa al bando dei composti di fluoro e lo sviluppo di città verdi.

4 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento