Cambiare il presente per proteggere il futuro. Questo il messaggio che Greenpeace ha scelto di lanciare con una nuova azione spettacolare in Perù, messa in atto presso uno dei siti locali più famosi, le linee di Nazca. L’associazione ambientalista chiede a caratteri cubitali lo stop agli eventi climatici estremi e un futuro “rinnovabile”.

I 20 attivisti di Greenpeace impegnati nell’iniziativa hanno composto presso le linee di Nazca il messaggio “È tempo di cambiare! Il futuro è rinnovabile”, un chiaro invito ai capi di Stato mondiali riuniti a Lima per la Conferenza ONU sul Clima. Ad accompagnare il gesto le dichiarazioni di Kumi Naidoo, Direttore Esecutivo di Greenpeace International e testimone in queste ore degli effetti che il tifone Hagupit sta producendo nelle Filippine:

Mentre per il terzo anno consecutivo il popolo delle Filippine viene colpito da eventi meteorologici estremi, i negoziati alla COP20 non riescono a produrre niente di utile per contrastare i cambiamenti climatici.

I delegati dovranno fare i conti con le proprie coscienze e trovare il coraggio necessario per imboccare una strada che ci porti verso la fine dell’era dei combustibili fossili e verso un futuro di energia 100 per cento rinnovabile. Il popolo delle Filippine si attende questo, e non merita nulla di meno.

Oltre un milione le persone evacuate dalle loro abitazioni a causa del tifone, la più grave manifestazione climatica estrema nel 2014 per le Filippine. Il terzo in tre anni, come sottolinea la stessa Naidoo. La rappresentante di Greenpeace conclude poi inviando un chiaro messaggio a coloro che dovrebbero vigilare sullo sviluppo economico, al fine di renderlo davvero sostenibile per il pianeta:

Non dovrebbe essere più permesso a nessuno di accumulare profitti distruggendo il clima e mettendo a rischio la sopravvivenza di intere popolazioni, come sta accadendo in questi giorni nelle Filippine», continua Naidoo. «Al prossimo summit sul clima, a Parigi nel 2015, i governi dovrebbero decidere di investire i profitti realizzati da chi ha fatto soldi con i combustibili fossili per combattere il cambiamento climatico.

10 dicembre 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento