Arriva la pasta 100% tricolore. Per la prima volta, i consumatori troveranno sugli scaffali Coop maccheroni e spaghetti frutto di un processo di lavorazione interamente compiuto nel nostro Paese, dalla coltivazione della materia prima fino a tutte le fasi della produzione e del confezionamento.

La pasta made in Italy deriva da un progetto di co-imprenditorialità promosso da Coldiretti, Coop e Legacoop Agroalimentare, che hanno scelto uno degli alimenti più simbolici della cucina nazionale per avviare la loro collaborazione:

La pasta tutta italiana, valorizza il territorio, il grano e il lavoro degli italiani – dichiarano i promotori dell’iniziativa – 100% italiani sono il grano, i luoghi di produzione e vendita, gli imprenditori, le più grandi organizzazioni dei produttori agricoli e della distribuzione italiana.

Una scelta, quella di Coldiretti, Coop e Legacoop, che punta a salvare dall’abbandono interi territori, sfruttandoli appunto per la coltivazione del grano, ma anche a creare posti di lavoro e garantire un reddito adeguato ad agricoltori e lavoratori alle prese con la crisi economica:

La pasta di altissima qualità della filiera agricola italiana nasce dal grano coltivato degli agricoltori della Coldiretti e arriva negli scaffali degli oltre 1400 punti vendita di Coop – aggiungono i co-imprenditori – 5 formati di pasta di grano duro trafilata al bronzo, no ogm.

23 aprile 2012
Fonte:
I vostri commenti
Giuseppe Tumino, martedì 24 aprile 2012 alle15:15 ha scritto: rispondi »

Finalmente il buon senso e la tutela del nostro patrimonio agricolo, la speranza che oltre alla pasta seguono tutti gli altri prodotti della filiera. I prodotti italiani non temono nessuna concorrenza e sono garantiti e controllati, e il consumatore premia la qualità Made in italy.

Libero Francia, martedì 24 aprile 2012 alle8:24 ha scritto: rispondi »

Era ora!

Lascia un commento