Conto energia e le Linee Guida per le fonti rinnovabili

La conferenza unificata Stato-Regioni ha approvato, dopo lunghi tempi di attesa, le Linee Guida per la costruzione di impianti a fonte rinnovabile e il nuovo Conto energia, in vigore dal primo gennaio 2011, fino a tutto il 2013, e rivolto a chi produce energia pulita da fonte fotovoltaica per poi immetterla nella rete.

Tali provvedimenti sono stati predisposti dal Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente. L’on. Stefano Saglia, sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico con delega all’energia, ha dichiarato:

Il Conto Energia e le Linee Guida, attesi da tempo dagli operatori del settore, danno una spinta decisiva alla strategia di sviluppo delle fonti di energie rinnovabili delineata dal Governo. Favoriscono l’innovazione in un settore fondamentale per la ripresa e la competitività del Paese e consentono, inoltre, l’armonizzazione e la semplificazione delle procedure nazionali e regionali.

Vediamo qui di seguito le principali novità introdotte dal nuovo Conto energia:

  • Classi di potenza: gli impianti saranno suddivisi in diverse classi di potenza con incentivi sempre decrescenti: da 1 a 3 KW; da 3 a 20 KW; da 20 a 200 KW; tra 200 e 1000 KW; dai 1000 KW a 5 mila KW; oltre 5 mila KW;
  • Variazioni di tariffe: entro il 2011 saranno applicate tre variazioni delle tariffe, con una riduzione del 6% ogni quadrimestre, fino a raggiungere un calo totale pari al 18%. Nel 2012 che nel 2013 la tariffa scenderà ancora di un ulteriore 6%;
  • Definizione degli impianti: si annulla la definizione di impianti “parzialmente integrati” e “integrati”, a favore della categorizzazione in “altri impianti” e “impianti realizzati su edifici”;
  • Premi: previsti premi del 5%, definiti in base alle aree in cui sorge l’impianto (discariche, cave, ex aree industriali, siti da bonificare) e se installato in sostituzione di coperture in eternit;
  • Incentivi: introdotti incentivi al fotovoltaico a concentrazione, alle installazioni con sistemi di accumulo e ad alta integrazione architettonica.

Le Linee Guida nazionali riguardano, invece, l’Autorizzazione Unica per la costruzione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, affinché possa essere garantito uno sviluppo organico ed efficiente delle infrastrutture energetiche sul territorio nazionale.

12 luglio 2010
Lascia un commento