Contadino sfida in Tribunale colosso dell’energia nemico del clima

Immaginate un piccolo uomo che si scontra con un gigante, perchè è proprio così che dovreste immaginare la battaglia tra Saùl Luciano Lliuya e Rwe, colosso tedesco dell’energia. Saùl è un contadino peruviano, un uomo semplice, ma con le idee chiare: portare in tribunale la Rwe accusandola di provocare surriscaldamento globale che sta per causare lo scioglimento del ghiacciaio sopra la sua città natale, Huaraz, che rischia di essere travolta dall’acqua e distrutta per sempre. La società energetica è stata così citata in tribunale e ora dovrà difendersi davanti a un giudice.

=> Leggi la storia della maxi multa da 18 miliardi di dollari alla Chevron per danni all’Amazzonia

Sembra una battaglia disperata dove un uomo semplice, un contadino, con le conseguenti disponibilità economiche, si mette contro una delle aziende più grosse del mondo. Saùl chiede a Rwe di pagare almeno 23 mila euro per mettere in sicurezza la città e i suoi abitanti dai danni legati ai mutamenti del clima, ma non è solo nella battaglia.

Klaus Milke, presidente dell’associazione ambientalista Germanwatch che assiste Lliuya nella sua battaglia, ha dichiarato che questo passo e la conseguente ammissibilità della causa decisa nei giorni scorsi dal Tribunale aumenta la pressione sulla politica e sui produttori di gas serra che, da oggi, sanno di essere a rischio e di dover eventualmente pagare per i loro danni.

=> Leggi i dati sulla mortalità legata all’inquinamento da smog

Questo primo passo, seppur piccolo, dell’ammissibilità dell’istanza è stato considerato da Lliuya come una vittoria delle montagne e della sua terra. Ora però inizia la parte più difficile, ossia lo scontro in Tribunale. La Rwe, secondo produttore al mondo di energia elettrica, ha iniziato a mettere le mani avanti dichiarando che, sebbene non siano indifferenti al destino della città di Huaraz, non si può imputare ad un singolo attore un danno al clima che invece viene causato anche da altre aziende.

16 novembre 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento