Il consumo di zucchero non dovrebbe essere incoraggiato con appositi “slogan salutistici”. È quanto ha stabilito la Corte di Giustizia dell’Unione Europea. L’organo per il rispetto del diritto europeo ha respinto il ricorso effettuato da una società tedesca, la Dextro Energy, che produce prodotti realizzati con il glucosio.

=> Scopri i rischi dello zucchero per lo sviluppo dell’Alzheimer

Tutto è iniziato nel 2011, quando l’azienda aveva chiesto l’autorizzazione per l’utilizzo di alcune indicazioni per i propri prodotti. Si trattava di frasi come “il glucosio è metabolizzato nell’ambito del normale metabolismo energetico corporeo” o come “il glucosio contribuisce alla normale funzione muscolare”.

=> Leggi le nuove linee guida per il consumo di zucchero nei bambini

La Commissione ha negato l’autorizzazione nel 2015, ritenendo ambigui gli slogan. Diversi pareri scientifici affermano di non esagerare con l’assunzione di zucchero. Per questo si è voluto evitare di far passare un messaggio capace di incoraggiarne il consumo. La decisione è arrivata nonostante il parere positivo dell’EFSA, Autorità europea per la sicurezza alimentare.

Successivamente la società tedesca ha fatto ricorso al Tribunale dell’Unione Europea, che nel 2016 ha confermato la scelta effettuata dalla Commissione. Adesso la sentenza della Corte Europea ha respinto l’impugnazione contro la decisione del Tribunale.

È stata vista come inopportuna la possibilità di scrivere sulle etichette degli alimenti in vendita informazioni sugli “effetti positivi” del glucosio. Questo anche se le frasi sono accompagnate da indicazioni sulla pericolosità dell’eccesso del consumo di zucchero.

8 giugno 2017
Lascia un commento