Consumi acqua in bagno: arriva il WC che si controlla dal telefono

WC integrati da bidet e controllati via bluetooth. Questo sembra sia il futuro previsto dall’azienda giapponese Lixil, pronta a lanciare sul mercato nel 2013 il suo rivoluzionario sanitario azionato interamente wireless. Una modalità piuttosto inconsueta per la stanza da bagno di una casa italiana o europea, ma che sembra assicuri un notevole vantaggio per l’ambiente e per le tasche dei possessori.

Da qualche anno è cominciata la diffusione di WC integrati con bidet e asciugatore, così da permettere una pulizia completa dopo l’uso e una maggiore igienizzazione. Il risparmio di acqua ed energia rispetto a quella necessaria per la produzione della carta igienica altrimenti utilizzata è un altro aspetto positivo dello speciale sanitario, maggiormente diffuso in Giappone.

Questo ha incoraggiato l’azienda nipponica Lixil a sviluppare un’applicazione in grado di azionare i propri modelli e gestirne il relativo utilizzo di acqua e di energia per la gestione dell’asciugatura. Tramite il proprio smartphone sarà quindi possibile controllare interamente ogni funzionalità, compreso lo scarico successivo all’utilizzo.

Un impianto che potrebbe essere inserito anche nei bagni di molti Paesi del Vecchio Continente dove non è attualmente presente il bidet in abbinamento al WC. È tuttavia alquanto improbabile che in Italia e in Europa riuscirà a prendere piede, mentre per quanto riguarda il Giappone sembra già destinato a ricavarsi uno spazio nel bagno della casa del futuro.

20 dicembre 2012
Fonte:
I vostri commenti
glepri, venerdì 21 dicembre 2012 alle12:57 ha scritto: rispondi »

Ma che commenti sono questi?? In compenso l' autore del post non ci ha fatto capire pressochè nulla su quali potrebbero essere i decisivi vantaggi  rispetto ai sistemi attualmente in uso in Italia! A me sembra che si stia sprecando il ns. tempo in cose futili, mi sbaglierò; Comunque, ... Auguri.

Lascia un commento